Il Bengodi è a Roma Nord

Cecilia

“Abbiamo aperto Beere pensando a tre semplici concetti: mangiare, bere e stare in compagnia”. Così ti accolgono una volta entrati in questo locale alla Balduina, un ritrovo caldo e avvolgente aperto pochi anni fa a Roma Nord. Una quarantina di coperti al piano terra e altrettanti quello di sopra, insieme a un bel bancone, senza contare il paio di tavolini alti all’aperto dove fumare una sigaretta o bere il bicchiere della staffa. Come dice il nome, qui a farla da padrone sono le birre artigianali, una sfilza di nomi, profumi, sentori, retrogusti, tutti da abbinare a un menù creativo che gioca con la tradizione. Ai piatti presenti in carta, si aggiungono i quattro del giorno scritti a grandi lettere sulla lavagna, che per il pranzo diventano dodici, lasciando più spazio a insalate e piatti freddi. “Il menù – assicura Daniele, che gestisce il ristorante insieme alla moglie, allo zio e alla madre – cambia ogni due mesi per seguire al massimo la stagionalità. Abbiamo prodotti biologici e a km 0, indichiamo sul menù le aziende agricole dove acquistiamo salumi e formaggi e usiamo sempre e solo il fresco, senza congelare nulla. Da poco abbiamo introdotto il menù delle centrifughe e grande attenzione riserviamo anche alla clientela vegetariana e vegana, cercando di intercettare le nuove esigenze”. Senza dimenticare però “i grandi classici della tradizione che lo chef rivisita. E lo stesso succede per i tagli, scegliendo quelli più innovativi”.

Tradizione e innovazione

Ecco così in carta il prosciutto dolce di Parma con mozzarella di bufala, la tartare di manzo con maionese di sedano, pomodorini essiccati e olive taggiasche, ma anche qualcosa di più ardito come i tacos di carne cruda con senape, finocchietto e gorgonzola (10-12 euro). Per i primi, i piatti della tradizione romana come carbonara e amatriciana non si toccano, ma si accompagnano alla pasta cacio e pepe con chips di carciofi e ai rigatoni di Kamut con dadolata di funghi porcini su crema di patate di Viterbo e polvere di aglio nero (10-12 euro). Non manca il galletto cotto a bassa temperatura, un must della casa, insieme ai ‘classici’ controfiletto di vitello, tagliata di manzo alla griglia, filetto di manzo o maialino (dai 15 ai 20 euro). Spazio ai dolci con un’ottima cheesecake alle more, per la quale sono famosi, oppure un tiramisù alle fragole, un fondente al cioccolato Valrhona 61% (7 euro). Aperto tutti i giorni, Beere accoglie clienti dalle 11 alle 2.

La carta del bere

In carta si trovano ben tre pagine dedicate alle birre, con cinque proposte italiane alla spina, più tre estere, e decine in bottiglia, suddivise per birrificio d’appartenenza. Per chi vuole osare, i camerieri consigliano abbinamenti, aiutando a destreggiarsi tra tante offerte. Ma la passione per gli alcolici non si esaurisce qui: insieme ai vini, presenti anche quelli simbiotici, molto fornita è la carta dei cocktail e dei distillati. Buona la selezione dei classici (rum, vodka, tequila e whisky): da segnalare una sezione dedicata ai whisky giapponesi.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register