Il non servizio, colpo di genio

carminuccio

L’aspetto geniale è il servizio. O, meglio, il “non servizio”. Perchè da Carminuccio à Mariconda, mitica pizzeria di Salerno, la pizza, già tagliata, viene consegnata al cliente direttamente dal banco su un foglio di carta oleata. Il cliente la paga e poi si siede ai tavoli che la pizzeria mette a disposizione gratuitamente e, con le mani, se la degusta. Niente coperto, niente camerieri, niente servizio al tavolo. Tutti soldi risparmiati e idea vincente, originale e persino divertente. Che piace moltissimo tanto che da Carminuccio fare la fila per comprare la pizza è la normalità. “Questa curiosità della ‘pizza a mano su foglio’ c’era già quando nel 1981 rilevai il locale – racconta Carmine Donadio, alias Carminuccio – che allora si chiamava Zio Alfredo. L’idea mi piacque da subito e quindi decisi di continuare a proporre la pizza con questa particolare modalità”.

 

Topping che seduce

Carmine Donadio, per tutti Carminuccio, di strada nel mondo della pizza ne ha fatta tanta. Oltre 50 anni di lavoro come pizzaiolo, tanta passione e tanta voglia di stupire: la pizza “Carminuccio” (sua personalissima invenzione) è oggi la pizza più richiesta dai clienti oltre che essere apprezzata da tanti personaggi famosi. “Ricordo che a Strasburgo Prodi e l’allora vicepresidente La Fontaine tornarono indietro dopo averla assaggiata per chiederne ancora. Prodi addirittura s’informò su dove avessimo il locale a Salerno per poterci venire a trovare. La prelibata pizza Carminuccio altro non è che una tonda con uno squisito topping: parmigiano, pancetta e basilico. “Anche se mi piace molto, ero stanco di mangiare la classica Margherita. Così, oltre 47 anni fa, m’inventai la pizza Carminuccio”, spiega Donadio. Una pizza davvero celebre tanto da essere stata degustata dal Papa, dai cardinali e aver fatto da sfizioso contorno a dueFestiva di Sanremo. Carminuccio oggi gestisce il locale con il genero Enzo che in media sforna 250-300 pizze a sera con picchi molto più alti nel week end. Aperto tutti i giorni (in estate la sera dalle 20 alle 24, in inverno anche in pausa pranzo dalle 12 alle 15 e la sera dalle 19,30 alle 24), Carminuccio à Mariconda propone un menù (appeso all’ingresso del locale) con 21 tipi di pizze nel quale oltre alla classica Margherita, napoletana e marinara, spiccano quella ai porcini, la prosciutto e rucola e quella fiori di zucca, provola e pancetta. Accanto alle pizze, anche 5 succulenti tipi di calzone. Il tutto con prezzi popolari, dai 3,50 ai 6 euro e con consegna a domicilio gratuita.

 

Più cotta e morbida

Ma con Napoli a due passi fare la pizza è semplice? “La pizza napoletana è la pizza napoletana, una straordinaria tradizione. Ma rispetto ai napoletani, la gente di Salerno preferisce una pizza più cotta e morbida”. Se lo dice Carminuccio, senatore della pizza di Napoli e mito di Salerno, allora bisogna crederci.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register