Laboratorio enogastronomico

cielo

Un luogo in cui dare la possibilità agli amanti del vino di assaggiare e degustare le bottiglie italiane e di tutto il mondo della ricca cantina in un ambiente sereno, cordiale e accogliente, con un menù curato e di ottimo livello. Qui si possono abbinare i vini a piatti ricercati o a un vero e proprio menù d’autore, ricco di sfaccettature e di grande sperimentazione. Nel 2007, l’arrivo a Dairago (comune a nord ovest di Milano) dello chef Roberto Raimondi ha rappresentato una svolta nel percorso di Cielo e Vino conferendo una accentuata spinta professionale in cucina e facendo diventare il ristorante una vera meta di appassionati gourmet, vino e joie de vivre.

 

Corsi e serate

Da Cielo e Vino s’impara anche, non a caso l’insegna recita “si beve, si mangia, s’impara…”. Una volta all’anno c’è un (ambitissimo) corso di alto livello tenuto da esperti enotecnici e sommelier del circuito Slow Food per fare scoprire con l’assaggio e la degustazione il mondo dei cinque sensi. Con Raimondi ai fornelli il passo è stato quasi obbligato; si sono così aggiunti i corsi di cucina e di pasticceria che ormai hanno cadenza settimanale e completano il grande impegno didattico di Cielo e Vino. Non solo corsi, ma anche molte, moltissime serate a tema: da quelle dedicate alla gastronomia delle regioni italiane o a particolarità culinarie, a quelle straniere o in onore dei vini di ogni parte del mondo, per finire con quelle mirate a grappe e distillati.

 

Carta stagionale

Ma è previsto anche lo spettacolo grazie all’appuntamento mensile con il giallo di Agatha Christie e la conseguente cena con delitto.Senza mai dimenticare i grandi momenti celebrativi della tradizione gastronomica. Il giovedì, venerdì e sabato sera il locale offre un ambiente tranquillo in cui passare piacevoli serate gustando un menù alla carta che cambia ogni sei settimane circa, (menù degustazione carne, tre portate con vino, 36 euro – pesce a 39) seguendo le stagioni e l’orologio biologico della natura senza mai essere banale. Il mezzogiorno, da lunedì a venerdì, è dedicato al pranzo di lavoro e propone un menù fisso leggero e veloce a 11 euro, una formula di grande intelligenza. L’ultima perla, in linea con la filosofia di Cielo e Vino, non è alimentare, ma merita una segnalazione: qui fin dal 2009 si produce energia pulita attraverso l’impianto fotovoltaico.

Due menù degustazione

Un paio di  esempi di menù degustazione, che comprende un bicchiere di vino per ogni piatto. Terra (38 euro): tonno di coniglio alle verdure croccanti e fave; ravioli di capra, guarniti da uovo in camicia con burro di nocciolo versato e tartufo estivo; filetto di maialino in crosta di agrumi, vin santo, caponatina di melanzane; gaspacho di frutti rossi; sorbetto al basilico e limone; fragoline di bosco. Mare (39 euro): panzanella di mare (cetrioli, pomodori, cipolla rossa marinata nell’aceto,basilico, pane toscano e calamari “spillo” appena scottati); risotto all’aringa affumicata con ristretto di liquirizia “Amarelli”; milanese di spada al pecorino di Pienza, con misticanza  e ruchetta selvatica; yoghurt bianco ghiacciato al mascarpone.

 

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register