Il menù intorno al tipico

sorgente

“Guardiagrele, la città di pietra, risplendeva al sereno di maggio”. Così Gabriele D’Annunzio tratteggia il piccolo centro dell’entroterra chietino, alle pendici della Maiella, dove il 10 agosto 1985, il giorno di San Lorenzo, vede la luce il Ristorante La Sorgente. Un locale inaugurato mentre il cielo si riempiva di stelle cadenti. E in effetti La Sorgente è un luogo d’atmosfera. Merito dell’intuito e della voglia di fare della famiglia Spinogatti-Zulli: papà Arcangelo, mamma Mariella e i tre figli Angelo, Fabrizio e Simone, 30, 26 e 21 anni. Una famiglia con una spiccata vocazione all’ospitalità. Basti pensare che Arcangelo ha frequentato i corsi dell’Università della Pizza di Molino Quaglia conquistando tre pizzini e due dei tre figli (il più giovane, Simone, si sta facendo le ossa) sono sommelier. Una famiglia molto determinata, con le idee ben chiare rispetto al livello e alla tipologia di offerta da proporre alla clientela.

 

Presidi Slow Food

“La nostra linea gastronomica – sottolinea Arcangelo – punta su pizze con ingredienti legati al territorio e alle stagioni e sui piatti della cucina regionale, soprattutto carne, salumi e formaggi”. La Sorgente è un locale elegante, accogliente, tavoli rotondi, 70 coperti e relax assicurato. Si sviluppa su circa 300 metri quadri, di cui 80 destinati a laboratorio. “In menù – spiega Arcangelo Zulli – presentiamo una cinquantina di pizze (farina macinata a pietra, lievito madre/biga, ndr), realizzate con materie prime di assoluta qualità. Tanto per rendere l’idea, al momento, sono una dozzina i presidi Slow Food presenti in cucina”.

 

 

Carne, salumi, formaggi

La Sorgente è un locale guidato con perizia e intelligenza che oltre alle pizze propone un menù degustazione a base di carne e un’articolata selezione di salumi e formaggi. Lungimiranza che si traduce anche in una strutturata proposta di menù per la pausa pranzo, tra i 6 e i 15 euro a seconda del numero delle portate. Le pizze oscillano tra i 4 e i 10 euro e un pasto completo, vini esclusi, presenta un conto di circa 25 euro. E siamo in cantina: largo spazio alle etichette blasonate d’Abruzzo, senza dimenticare i produttori e i vini di rango di altre regioni.

 

 

Il pesce più amato

La filosofia de La Sorgente, così improntata alla cucina locale, non poteva dimenticare il pesce forse più consumato dagli abruzzesi. Ecco quindi che due volte alla settimana il ristorante di Guardiagrele serve un menù che gravita intorno al baccalà, proponendone diverse combinazioni. Tipicità e territorio offrono numerosi margini di manovra.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register