Una due giorni di opportunità

agugiaro

Molto di più che il “solito” stage. Perché oltre all’approfondimento e all’aggiornamento, in questa occasione gli oltre 60 professionisti intervenuti nella sede di Curtarolo (Pd) di Agugiaro&Figna Molini l’11 e il 12 marzo, hanno ottenuto informazioni preziose per arricchire l’offerta gastronomica da proporre alla clientela. Accanto alla pizza, infatti, la due giorni nel molino leader tra i produttori di farina del nostro settore, ha visto protagonista la pasta e un’attrezzatura ad hoc per produrla nel proprio laboratorio. In questa cronaca, i passaggi salienti della “two days” che ha dato l’opportunità agli istruttori della Scuola Italiana Pizzaioli di far proprie idee che, in un momento così delicato per l’intera economia, le consentano di mantenere e incrementare il fatturato, da un lato riducendo i costi e, dall’altro, migliorando la proposta attraverso un’offerta più ampia e di qualità.

The Pasta Day

Il primo giorno dell’evento è ruotato intorno alla pasta. In apertura è stata presentata la partnership tra Agugiaro&Figna Molini e Dominioni, azienda lombarda specializzata nella costruzione di “pasta machine”. Dominioni ha realizzato una linea dedicata all’horeca con la quale ristoranti e pizzerie possono produrre pasta fresca, ripiena e di grano duro. La macchina, in tre versioni, è capace di dare la necessaria ruvidità alla pasta di grano duro, impasta ed è pronta all’estrusione in 5 minuti e può produrre anche pasta senza glutine. Insomma, l’attrezzatura giusta per affiancare alla pizza della pasta fatta in casa o, meglio, nel proprio laboratorio.
Naturalmente, utilizzando i prodotti dedicati della linea Le 5 Stagioni di Agugiaro&Figna Molini. “C’è una straordinaria affinità tra la pizza e la pasta perché sono prodotte con gli stessi ingredienti di base – ha spiegato con la solita trasparenza di linguaggio Nicola Demo, technical manager del molino padovano -. Ma c’è di più: per gli Italiani la pasta ha un gradimento che equivale alla pizza. E questo vuol dire che se un locale le sa affiancare consolida il rapporto con la clientela e certamente ne conquista di nuova”. Mentre un tecnico ha mostrato la macchina in funzione fino alla produzione finale, Demo ha spiegato le tecniche d’impasto utilizzate per produrre pasta di grano duro (che era in bella vista sui tavoli della sala convegno) utilizzando Semola Macinata 5 Stagioni e pasta fresca prodotta invece con Farina di Grano Tipo “00” sempre Le 5 Stagioni. “La pasta fresca che si acquista ha un costo medio di 3 euro al chilo – ha precisato Diego Fioraldi, direttore commerciale Dominioni – questa macchina può invece produrre la stessa quantità con un costo di 70 centesimi”. La giornata si è conclusa con l’appuntamento serale al Pedrocchino di Campodoro, pizzeria nella quale gli istruttori hanno potuto degustare pizze di ricerca realizzate dal patron Walter Rampazzo.

The Pizza Day

La seconda giornata è cominciata con una riunione a porte chiuse degli istruttori della Scuola Italiana Pizzaioli a cui ha fatto seguito una visita al molino. L’inizio dei lavori della seconda giornata è stato sancito dall’intervento di Giorgio Agugiaro, presidente dell’azienda che, accanto al tradizionale saluto ai convenuti ha precisato: “Siamo presenti nel mercato della pizza fin dagli anni Ottanta e da allora siamo cresciuti molto. Da sempre collaboriamo con la Scuola Italiana Pizzaioli e siamo felici di avervi mostrato come funziona il nostro molino, come misceliamo le farine, come realizziamo il prodotto finito. Sapere che tra di voi ci sono professionisti che arrivano da molto lontano, persino da oltre confine, è per noi motivo di grande soddisfazione”. Il presidente ha poi concluso l’intervento sottolineando: “Stiamo costruendo un nuovo molino a Parma e un nuovo magazzino qui a Curtarolo. Perché la nostra azienda mantiene livelli d’investimento molto elevati anche quando non immette nuovi prodotti sul mercato. Al di là dell’importante aspetto commerciale, infatti, la ricerca rimane elemento fondamentale del nostro percorso professionale”. Il Pizza Day si è concentrato con l’intervento di Mirko Passuello, responsabile Ricerca e Sviluppo di Agugiaro&Figna Molini che partendo dal lievito madre, ha spiegato caratteristiche e pregi di Naturkraft, prodotto di punta della linea Le 5 Stagioni. Alla fine, degustazione di pizza e poi tutti a casa: in attesa di un nuovo stage che regali ancora tante opportunità di aggiornamento, ma anche di business.
Altre foto dell’evento sono pubblicate sulla pagina Facebook di Le 5 Stagioni

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register