Grand Tour gastronomico

mamma rosa

Osteria ed enoteca, l’insegna richiama nel nome la genuinità della tradizione italiana, tramandata di madre in figlio. L’arte culinaria italiana è racchiusa in un menù che fa il giro d’Italia proponendo le ricette regionali e i prodotti tipici del made in Italy. Padrone di casa è lo chef Valerio Stumpo: “L’idea è quella di un ambiente familiare gestito con professionalità – racconta – Proponiamo una cucina casalinga e raffinata allo stesso tempo”. Al Mamma Rosa di Milano si mangia immersi nell’arte italiana. Al piano superiore gli affreschi del pittore russo Korman accompagnano il percorso gastronomico con suggestivi scorci. Un’elegante atmosfera, curata nei dettagli, con tanto di luci cangianti e vetrate in stile Liberty. Al piano inferiore, nella sala adibita ai fumatori, altri murales dello stesso artista raffigurano colline umbre e toscane e introducono all’ampia e ricca cantina.

 

Degustazione di carne cruda

Seguendo il profilo dello “Stivale”, si parte da piatti lombardi come il risotto alla milanese con ossobuco, i ravioli d’oca conditi con leggera fonduta e impreziositi da una spolverata di tartufo, ci si sposta in Piemonte con il carré d’agnello brasato al Barbera e si prosegue verso la Toscana con il filetto di fassona con riduzione al vin santo su letto di carciofi trifolati. La degustazione di carne cruda, rigorosamente tagliata al coltello, è un trionfo di filetto, fesa di vitello, salamella fresca e tartare di chianina. Nel menù non mancano proposte marinare. Dall’invitante fritto misto con gamberi rossi di Sicilia, calamari, agli scampi e verdurine alla tartare di tonno servita con porro e bagnetto al prezzemolo e se si vuole varcare il confine, l’astice alla catalana è una valida alternativa. Anche i dessert, di fattura artigianale, ripercorrono la tradizione nostrana con golosi accostamenti. Per finire, la cantina, con circa mille etichette al piano inferiore: qui è possibile scegliere la propria bottiglia da portare a casa. Una vera enoteca che custodisce oltre mille vini tra cui veri e propri gioielli d’annata.

 

La formula prezzo

A pranzo Mamma Rosa, 150 coperti, propone un menù a 20 euro (bevande escluse) per un piatto unico che combina primo e secondo, a scelta tra cinque proposte. Alla sera si spendono 40/50 euro vino escluso. Previsti anche menù degustazione che cambiano ogni 15 giorni.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register