Alce Nero, sprechi zero

alce sito

Bologna. Si chiama Alce Nero Caffè Bio ed è un inedito mix tra il negozio, il caffè e il ristorante, con un’ampia offerta di prodotti biologici e i menù per la colazione, il pranzo, l’aperitivo e il brunch. Il format, studiato e realizzato da Costa Group di La Spezia, è stato lanciato dallo storico marchio del biologico italiano individuando uno stile in linea con i valori del marchio Alce Nero. Nel locale è infatti possibile acquistare prodotti biologici, conoscere la loro provenienza, imparare nuove tendenze del consumo equosolidale e bio, gustare piatti salutari cucinati espressamente ogni giorno dagli chef.

Due piani di gusto
Il locale si distribuisce su due piani: in quello inferiore trovano spazio il market, la cucina a vista e i piani d’appoggio per la consumazione, mentre a quello superiore è stata ricreata una saletta con tavolini e posti a sedere. Alce Nero Caffè Bio è il primo locale in Italia, insieme al “gemello” di Cesena, ad aver ottenuto la certificazione “Spreco Zero” di Last Minute Market, lo spin-off dell’Università di Bologna promosso da Andrea Segrè.

Un circolo virtuoso
Il locale rispetta, infatti, una serie di buone pratiche volte al risparmio energetico, alla differenziazione dei rifiuti, alla riduzione di sprechi e al completo utilizzo del cibo. Per questo mette in moto anche un circolo virtuoso di recupero degli alimenti in eccedenza, che verranno ceduti gratuitamente alla mensa di Santa Cecilia, presso la chiesa di San Giacomo Maggiore a Bologna. Con Alce Nero Caffè Bio il gruppo Alce Nero & Mielizia entra a tutti gli effetti nel mondo della ristorazione, affacciandosi per la prima volta al settore del catering e delle mense biologiche, non solo in Italia ma anche all’estero. Per la gestione di questa nuova area di sviluppo nasce “Molto Buono” srl, società partecipata pariteticamente da Alce Nero & Mielizia e da Navile srl di Bologna (formata da professionisti con una grande esperienza nel settore della ristorazione) che avrà tra i principali obiettivi, già dal 2011, nuove aperture nei maggiori centri italiani.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register