Pizzaiuoli a New York

caputo

Per il secondo anno consecutivo la Caputo Cup ha visto New York come terreno di gioco di una delle tappe della più appassionante sfida internazionale tra pizzaiuoli. I professionisti residenti negli States si sono infatti sfidati a inizio 2016 per conquistare il diritto a partecipare al Campionato mondiale del Pizzaiuolo-XV Trofeo Caputo in programma, come di consueto, a Napoli in settembre. Due le categorie di gara previste dalla Caputo Cup: Pizza New York Style e Pizza Napoletana Tradizionale. A salire sul podio quest’anno sono stati, per Pizza New York Style, Norma Knepp del Norma’s Pizza di Manheim in Pennsylvania, Ali Heider del 786 Degrees di Sunland, in California e Giancarlo Schiano Dicola del Taste of Italy di Woodstock, nello Stato di New York. Pizza Napoletana Tradizionale ha visto la vittoria di Jesus Solis della pizzera Forcella di Brooklyn, Stato di New York, seguito da Gimmy Piperku e Henry Deleon del Forno Rosso di Chicago, Illinois. Ai vincitori, oltre a un premio in denaro e a una fornitura di Farina Caputo, il podio ha assicurato, come accennato, l’ammissione alla XVª edizione del prestigioso Trofeo Caputo.

Global Pizza Summit

L’evento newyorkese, un contest di altissimo livello dedicato ai pizzaiuoli e alla pizza, si è svolto in contemporanea alla terza edizione del Global Pizza Summit, dove pizzaioli professionisti, chef stellati, produttori e protagonisti del settore si sono ritrovati per una due giorni di seminari formativi, dimostrazioni culinarie e attività dedicate alla Pizza Napoletana. In questo contesto si è esibito anche il bistellato Gennaro Esposito de “La Torre del Saracino” che, in due affollatissimi cooking show, ha mostrato come realizzare un’impeccabile pasta fresca secondo la più squisita tradizione italiana con l’ausilio dei migliori prodotti nazionali. Molto apprezzati, nel corso della manifestazione, sono stati anche gli interventi di maestri del calibro di Roberto Caporuscio, John Arena, Peter Reinhart e Joe Fugere, con i quali è stato possibile confrontarsi in merito a tecniche, ingredienti e trend di mercato. Accanto ai grandi pizzaiuoli statunitensi, presente anche la delegazione italiana dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, accompagnata dal presidente Sergio Miccù.

La ricetta originaria

“Il nostro obiettivo – ha dichiarato Antimo Caputo, amministratore delegato di Molino Caputo – è quello di riportare in America, sulle orme dei pionieri napoletani della pizza di oltre un secolo fa, i sapori e i profumi tradizionali, nonché la stessa tipologia di farina, così da permettere di ricreare, con prodotti campani, la pizza secondo la ricetta originaria”.

Nella foto in alto, i vincitori della Caputo Cup Usa 2016

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register