Elogio della lentezza

ardenga

 

“Cucina tipica. Salumi e vini nostrani”. E’ quello che si legge sul biglietto da visita di un locale come, una volta, se ne trovavano parecchi. Siamo a Diolo, frazione di Soragna, grazioso paesino in provincia di Parma, dove le tradizioni esistono e resistono ancora, malgrado tutto. Il nome è quello dell’Osteria Ardenga, un luogo dove il tempo sembra quasi essersi fermato: qui la convivialità, la genuinità, l’esaltazione del gusto e il rispetto del palato la fanno da padroni. Sembra quasi di essere a casa propria, all’Osteria Ardenga: nessuna fretta, qui tutti i sensi sono coinvolti, non ci si limita a nutrirsi; questa è una vera e propria esperienza sensoriale a 360 gradi.

Una squadra affiatata

Il bel palazzo che ospita l’Osteria Ardenga ha origini antiche che raccontano di una canonica della chiesa di Santa Caterina: successivamente ristrutturato con garbo e nel rispetto dell’architettura tradizionale è stato “adottato” e successivamente acquistato da un formidabile trio composto da Gianni Borlenghi, sua moglie Daniela e da Gladys Cassi, sorella di Daniela. A Gianni e Gladys il compito di preparare succulenti piatti della migliore tradizione locale, a Daniela quello di accogliere  e coccolare gli ospiti dell’Osteria Ardenga. Fin qui i cenni storici e le atmosfere che si respirano a pieni polmoni in questo locale (quattro le sale interne che possono ospitare un centinaio di persone) tutto sostanza, ma la cucina di Gianni, Gladys e Daniela cosa propone?

Tutto fatto in casa

Dicevamo di ricette proprie della tradizione parmense, quindi avanti tutta con salumi selezionati e stagionati nella bella cantina interna, pasta fresca fatta in casa (da menzione gli anolini in brodo, i tortelli di erbetta e di zucca, i pisarei con fagioli, le tagliatelle con pasta di salame, ma l’elenco potrebbe continuare…) e secondi da leccarsi i baffi. Alcuni esempi? Anatra arrosto, oca ripiena con pasta di salame, bolliti e porcini freschi, faraona farcita, cacciagione. Da non dimenticare anche i dolci tipici e le etichette locali di gran pregio, tra le quali spiccano grappe e liquori che non ci si aspetta. Tutto questo costa caro? Decisamente no, con 30 euro si esce dall’Osteria Ardenga davvero soddisfatti.

 

 

Seduzioni da acquistare

Non si pensi all’Osteria Ardenga come a un locale dove si mangia (bene) e basta. Provate a soffermarvi sui prodotti in vendita, rigorosamente scelti, prodotti e confezionati da Gianni, Gladys e Daniela: troverete una golosissima selezione di salumi, parmigiano, vini, giardiniera e cipolline. E poi ancora mostarde, confetture, salse, carciofini, liquori. Sono esperienze e sapori vissuti in prima persona: dall’Osteria Ardenga si esce sempre a pancia e mani piene.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register