Smarrirsi oltre confine

europa

Dopo un lungo giro culinario tra circa 15 Paesi europei nell’arco di sei mesi, sorge una domanda di carattere alimentare, ma anche culturale. Per quale motivo una wiener schnitzel, simile ma non uguale alla nostra “milanese”, è la stessa sia che venga ordinata a Berlino, Vienna o a Palermo? Un alimento semplice, preparato sempre allo stesso modo, con lo stesso contorno di patatine fritte e la tradizionale fettina di limone. E anche il prezzo, a ben vedere, è sempre più o meno lo stesso. A Vienna, la sua patria, una “cotolettona” sarà vostra a partire dai 6 euro per arrivare fino a 15. Come a Milano e a Parigi. Giriamo ora la domanda puntando i riflettori sulla pizza. Per quale motivo un alimento semplice, chiaro ed economico perde invece la sua identità appena passate le Alpi? Perché una pizza a Francoforte è diventata un’esperienza di vita, o meglio, un incubo notturno?

Anarchia culinaria

Perché, tralasciando gli sbalzi di prezzo esistenti e spesso incomprensibili, la pizza è diventata una base da adattare alle esigenze locali nella più totale autonomia? E’ vero, la pizza non è una, non ne esiste un’unica tipologia e la sua forza sta nell’adattabilità. Ma è lecito chiedersi il motivo per cui l’alimento simbolo del made in Italy non sia minimamente tutelato all’estero. Perché si accetta che il pizzaiolo sia un improvvisato, o che il condimento dimentichi le sue semplici origini per diventare un’accozzaglia di sapori, consentendo che su quel disco di pasta trovino posto in contemporanea (esperienza visiva provata con disgusto in Belgio) cozze e pollo con paprika? La vera domanda è però un’altra. Perché, nonostante le promesse dei vari politici e gli impegni delle tante e forse troppe associazioni, nessuno si impegna a promuovere la cultura della vera pizza senza svenderla al gusto locale per pochi euro? Oggi le materia prime, parola di chi vive all’estero, si trovano ovunque quasi senza problemi. Perché allora non investire anche sulla cultura, del ristoratore e del cliente?

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register