Gusto in sala e nel piatto

Pinsa Romana 96 ore

Immaginate un parco, il suo verde rigoglioso e il silenzio che avvolge tutto. Immaginate anche il mare, a pochi metri. Uno scenario quasi fiabesco, come un sogno, ma che sogno non è, perché è tutto reale. Siamo nella riserva naturale di Villa Borghese di Nettuno, a pochi chilometri da Roma. In questa oasi di quiete si trova il Ristorante Pizzeria Villa Borghese. E particolare è la sua storia: nato come sala da affittare per eventi da parte di società di catering, è diventato ristorante  e successivamente pizzeria da poco più di due anni. E’ stata una scelta felice, e per diversi motivi, a cominciare dal successo del locale (più di 200 i coperti all’interno e oltre 100 quelli nel parco) che fà della buona cucina il suo must.

 

Ottimo rapporto qualità prezzo

Il pesce, freschissimo, la fa da padrone da Villa Borghese: antipasti di mare (fino a 25 assaggi), pasta artigianale allo scoglio, pesce san pietro, grigliate e fritture sono i piatti più gettonati (difficile spendere più di 30 euro per un pranzo completo). Un altro asso nella manica è la pizza: pensate che il pizzaiolo Marco Montuori, di soli 22 anni, è una vera autorità in questo campo. La teglia più gradita? La Stella Alpina, un mix perfetto di mozzarella, funghi porcini, foglie di mandorle, prosciutto di Parma, prezzemolo e crema di formaggi. Non più di quindici euro per una cena a base di pizza sono soldi spesi bene. E l’afflusso di clientela lo conferma. E l’impasto è fatto come si deve: altissima digeribilità e lunghissima lievitazione, per una ricerca continua della perfezione.

 

Una guida preziosa

Il nome di Marco Montuori però deve far clamore anche per un altro motivo. Giovane e bravo è infatti un validissimo istruttore della Snip, la Scuola Nazionale Italiana Pizzaioli, e per loro responsabile della sede regionale Lazio. Due anni di insegnamento alle spalle, cura personalmente la formazione dei suoi adepti, anche all’interno di Villa Borghese, con lezioni personalizzate (quindi un “allievo” per volta) che terminano solo quando Mountuori ritiene che il giovane pizzaiolo abbia imparato tutti i trucchi del mestiere. Serio e preparato e quindi perfettamente in sintonia con le linee guida della Snip. Un binomio vincente.

Snip, una scuola molto attiva

 

La Snip, Scuola Nazionale Italiana Pizzaioli (www.snipitalia.com),  è una scuola che dà subito opportunità di lavoro ai suoi allievi. Organizza, attraverso una trentina di istruttori distribuiti capillarmente su tutto il territorio nazionale, corsi professionali per diventare pizzaioli di 1° e 2° livello, corsi Maester Istruttore, corsi di pizza senza glutine, pizza acrobatica, Haccp, amatoriali, ma anche eventi e meeting, spettacoli, consulenze professionali, corsi sulle materie prime, attrezzature e nuove aperture. La Snip è anche molto attiva sul fronte competizioni. Organizza la Margherita Cup il Campionato Mondiale Pizza Sana, il Campionato Italiano della Pizza Mai Vista, il Gran Trofeo Pala d’Oro e il Campionato Mondiale della Pizza alle Spezie.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register