Street food di rango

Brillo Burger (6)

Nasce da una costola del Brillo Parlante, noto ristorante pizzeria e wine bar di cucina tradizionale, la nuova hamburgheria di qualità, aperta a Roma a due passi da Piazza del Popolo. Se il legame fisico è evidente, i due locali sono uno di fronte all’altro, quello concettuale lo definisce l’insegna: Brillo Burger incarna infatti lo spirito dell’hamburgeria, ma declinato all’insegna dello street food di qualità. Il menù è ricco e prevede 11 Burger (tra i 7 e i 16 euro), 1 hot dog e 1 panino con la salsiccia a 5 euro, pietra miliare della storia gastronomica romana, 4 centrifughe (5 euro), 4 insalate (5-10 euro), 4 dolci (5 euro) e 4 fritti (cipolle, patate, filetti di baccalà e fiori di zucca) proposti a circa 3 euro. Il tutto preparato espresso nella cucina a vista.

Animo vivace

Che il progetto nasca all’insegna della vivacità lo si capisce anche solo leggendo i nomi dei burger proposti, fantasiose derivazioni dello spirito Brillo: così è possibile ordinare l’AmaBrillo o il RidiBrillo, proposte gourmet di originali accostamenti, preparati con carne di fassona, angus, pollo o tacchino, con una variante di pesce, il NuotaBrillo e una vegetariana, il ViviBrillo. Oppure è possibile scegliere l’opzione Fatti il tuo Brillo e personalizzare il burger, scegliendo tipo di pane, carne, verdure e salse. Ad arricchire l’offerta gastronomica, una selezione di trenta birre artigianali, nazionali ed estere, e la BrilloBeer, prodotta in esclusiva da un birrificio pugliese, disponibile alla mescita o in bottiglia. Un menù che ricalca la filosofia del locale, quindi, con prodotti selezionati, materie prime di qualità, originali accostamenti e chef gourmet in cucina. Una formula che interpreta uno street food che si rivolge a un pubblico trasversale, ma dal palato attento e non banale.

Ambiente d’impatto

Brillo Burger è stato progettato da Costa Group (architetto Jacopo Vincenti) che ha tradotto lo spirito del locale in un ambiente fresco e d’impatto, che spicca per la scelta cromatica giocata sul contrasto giallo-nero, e pensato come una sfida alla logica dell’omologazione dei sapori. La cucina a vista, vera anima del locale, sfodera un’anima spiccatamente industriale: lamiere ondulate giallo brillante, effetto container, a ricordare i camioncini per il cibo da strada. Pavimento a scacchi bianchi e neri, pareti piombo con specchi come oblò e una comunicazione fresca e d’impatto che riesce a trasmettere lo spirito Brillo, su menuboard, packaging personalizzato e sui fiori disegnati a mano che impreziosiscono tutta una parete.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register