TuttoPizza, la terza edizione

IMG_8527

La terza edizione di TuttoPizza, il Salone internazionale della pizza dedicato agli operatori Horeca si è svolta dal 21 al 23 maggio alla Mostra d’Oltremare di Napoli. Su 7.200 metri quadri, presenti  112 aziende espositrici: produttori di materie prime, semilavorati, attrezzature, impianti e accessori.

Non solo incontro tra produttori e buyers, TuttoPizza è stata anche l’occasione per discutere dei principali argomenti di un mondo in evoluzione, quest’anno forte anche del riconoscimento Unesco di quel bene immateriale che è l’arte dei pizzaiuoli napoletani. Una tre giorni arricchita da seminari, masterclass, incontri di confronto e aggiornamento professionale. Approfondimenti a tutto tondo, come quelli su pizza dessert o senza glutine, su farciture fantasiose o tecniche di impasto.

Italia a Tavola, tra i media partner di TuttoPizza, ha organizzato la masterclass “Pizza: gli ingredienti fanno la differenza. Quando la tradizione guarda avanti”. Un momento di formazione, che ha raccontato di ingredienti che davvero sulla pizza fanno la differenza. In primo piano Consorzio Grana Padano, Cirio Alta Cucina, Le 5 Stagioni, linea di farine professionali di Agugiaro & Figna Molini. Le pizze, realizzate dai maestri Luciano Sorbillo e Salvatore Santucci, sono state abbinate alle birre Menabrea, storica casa di Biella fondata nel 1846.

«Obiettivi principali di TuttoPizza – hanno dichiarato Sergio Miccù, presidente Associazione pizzaiuoli napoletani, e Raffaele Biglietto di TicketLab, ideatori della manifestazione organizzata da Squisito Eventi – sono valorizzare i prodotti italiani destinati alla produzione della pizza, fornire alle aziende un’opportunità di promozione e commercializzazione, offrire agli operatori del settore uno spazio di incontro per ricercare informazioni e acquistare prodotti e servizi, promuovere l’aggiornamento professionale, l’innovazione, la tecnologia di produzione e la sperimentazione. Fondamentale anche la diffusione della conoscenza di servizi offerti da istituzioni e associazioni in grado di migliorare, facilitare e sviluppare la figura del pizzaiolo e le sue attività».

Autorevoli le figure professionali presenti a Napoli per donare ulteriore valore aggiunto ai momenti di formazione. Presso lo stand di Molino Magri anche Stefano Miozzo, Campione del Mondo 2018 di Pizza Classica. Da segnalare anche la prima tappa della terza edizione di “Elementi, i volti dell’impasto”, il contest ideato da Molino Vigevano per eleggere il miglior pizzaiolo professionista d’Italia. Il Salone partenopeo, chiudendo la terza edizione alla grande, è stato inoltre teatro e testimone di un record. Sessanta pizzaioli hanno realizzato la pizza fritta più lunga del mondo: 7 metri e 15 centimetri.

 

 

 

 

 

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register