Una pizza da red carpet

red carpet

La pizza con impasto nero è sfilata alla 68ª Mostra del Cinema di Venezia. L’ha realizzata un pizzaiolo blasonato, Mauro Vettoretto (a destra con Tino Vettorello) della Pizzeria Barbablù di Istrana (Tv). “Ho voluto chiamarla Leone  d’Oro – ha spiegato Vettoretto -. La ricetta è molto semplice: un impasto scuro a base di Farina Petra 3 di Molino Quaglia e nero di seppia, salsa di pomodoro, pomodoro confit, asparago di mare e seppioline della Laguna”. Un successo. La pizza Leone d’Oro è stata infatti la vera diva della Pizza Night organizzata presso il Movie Village. La professionalità di Vettorello del resto è una garanzia (dal 2003 fa parte del team Università della Pizza di Molino Quaglia) e a Venezia ha confermato la sua abilità sia sotto il profilo gastronomico sia sotto quello organizzativo. “Mi ha chiamato a Venezia Tino Vettoretto, lo chef responsabile del servizio ristorazione della Mostra – puntualizza – per coordinare l’area pizzeria”. E con oltre 700 pizze sfornate al giorno è diventata subito uno dei punti di riferimento culinari più apprezzati.

Sapori d’Italia

Lievitazione per otto ore e materie prime di eccellenza, la Pizza Leone d’Oro è un stato un vero omaggio al patrimonio gastronomico nazionale, coniugando i sapori e la tradizione del Sud con un classico della cucina veneziana. La Pizza Night è stata arricchita da Mauro Vettoretto con il servizio di altre pizze tonde e al metro. Andate letteralmente a ruba.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register