WiFi libero e gratis: il turismo sorride

Wi-Fi

 

Nell’ambito del Decreto del Fare è stata prevista la liberalizzazione dell’accesso al WiFi, come avviene in molti Paesi europei. L’offerta dell’accesso a Internet per il pubblico sarà libera e non richiederà più l’identificazione personale dell’utilizzatore. Questo il futuro prossimo, che ci fa ben sperare e per associazione fa correre il pensiero agli Stati Uniti dove è allo studio un progetto per dar vita a una super rete WiFi che copra l’intero territorio nazionale. Ma tenendo i piedi per terra e in attesa della nostra liberalizzazione globale, oggi, in Italia, come siamo messi sul fronte della connessione a Internet aperta al pubblico? Siamo al quattordicesimo posto nella graduatoria mondiale con 5.104 hotspot (le fonti di connessione), 2.000 mila in meno della Turchia (7.093), decima nazione in classifica. Gradino più alto del podio per il Regno Unito, con 113 mila punti di accesso, seguito da Cina (oltre 102 mila hotspots) e Stati Uniti (94 mila).

 

Le fonti di connessione

Per quanto ci riguarda, un vero peccato se si pensa che siamo tra le principali mete turistiche mondiali. I dati di una recente ricerca di Enter, hub digitale per la tecnologia e la telecomunicazione, rilevano che i nostri hotspots sono concentrati in Lombardia(26%), Lazio (13,1%), Emilia-Romagna (10,1%), Toscana (8,6%) e Veneto (7,1%). Ma al di là delle percentuali, il dato più interessante è riferito al rapporto tra la popolazione e il numero di hotspot, la densità. Il Trentino Alto Adige ne ha collocato uno ogni 6.387 residenti. Seguono la Lombardia (1/7.399), il Lazio (1/8.480 abitanti), l’Emilia-Romagna (1/8.486 abitanti), la Toscana (1/8.516) e la Valle d’Aosta (1/8.524). La possibilità di collegarsi a Internet attraverso punti di accesso pubblici oltre a essere un diritto per i cittadini è anche un fenomenale motivo di attrazione per i turisti. L’innovazione digitale può così interpretare il ruolo di strada maestra per valorizzare il turismo sul territorio e fungere da ulteriore leva di marketing. La PA, mettendo a fuoco la centralità dei bisogni dei cittadini e del valore pubblico dell’accesso gratuito a Internet, può mettere sul piatto l’offerta di un servizio unico e di grande respiro. Cittadini, turisti e businessmen, avendo accesso alla Rete Civica e ai siti istituzionali del Comune con pc, smartphone e tablet, possono ottenere informazioni su uffici pubblici, cultura, shopping, siti di interesse, informazioni sul traffico e molto altro. In assoluto, il vantaggio a tutto tondo per tutti è quello di poter navigare gratuitamente un po’ ovunque. Proprio come da casa. E i possibili ostacoli tecnici allo uno sviluppo? Nel caso di utilizzo di tecnologia a 2,4 GHz, quella diffusa sulla larga maggioranza dei dispositivi cellularipalmari e portatili, gli svantaggi sarebbero dovuti alla sua natura intrinseca. Due gli anelli deboli. Essendo una frequenza libera è soggetta a interferenze. In secondo luogo, il servizio, almeno agli inizi,a macchia di leopardo potrebbe rendere problematico il roaming, con il risultato che un utilizzo in mobilità, su un autobus per esempio, sarebbe impossibile.

Fipe soddisfatta

La Fipe-Confcommercio ha accolto con soddisfazione la liberalizzazione del WiFi operata dal Governo, che ha respinto i tentativi di tornare a una situazione di stretto controllo. “Questa disposizione conferma quanto sempre sostenuto dalla Federazione – ha dichiarato il presidente della Fipe, Lino Enrico Stoppani – sulla necessità di consentire il libero accesso alla rete anche nei pubblici esercizi italiani. E’ una misura che, da un lato, diminuisce i costi per le imprese non più tenute a effettuare la registrazione degli utenti e, dall’altro, eleva la qualità dell’offerta turistica italiana consentendo a chiunque di sedersi in un bar e mettersi in contatto con il mondo, come avviene da tempo nella maggior parte dei Paesi. I pubblici esercizi sapranno fare la loro parte offrendo in modo capillare i collegamenti WiFi e creando una rete diffusa su tutto il territorio”.



Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register