Un incontro determinante

idee

Ha incontrato Danilo Pagano quando aveva 16 anni ed è stato rapito dalla sua arte acrobatica. Oggi, ventiquattrenne, Damiano Campanelli è un pizzaiolo che sa il fatto suo. Lavora presso una pizzeria di Cerbara-Città di Castello (Pg) dove continua a imparare per costruirsi un futuro brillante nel mondo pizza. “Quando ho visto Danilo esibirsi facendo volteggiare il disco – racconta – ho deciso che questa sarebbe stata la mia strada”. Così Damiano esprime a Pagano il suo convincimento e il maestro incomincia a trasmettergli i primi segreti professionali. Lo stuzzica nell’apprendimento e l’allievo si rimbocca le maniche sia come pizzaiolo sia come aspirante acrobata. Passano gli anni e Damiano Campanella irrobustisce il suo bagaglio professionale. Poi l’iscrizione alla Scuola di Danilo Pagano e il superamento dell’esame relativo al corso di Pizza acrobatica. “E’ stato un momento molto importante – sottolinea -. Non un punto di arrivo, ma un inizio”. E così Damiano incomincia a esibirsi nei locali in Italia e all’estero. “Sono stato quattro mesi in Turchia – spiega -. E’ stata un’esperienza molto formativa, dove ho capito quanto sia importante la specializzazione. Soprattutto negli altri Paesi, un curriculum in cui viene attestato il superamento di corsi di diverse tipologie viene preso in seria considerazione”. Damiano Campanelli torna in Italia più navigato e consapevole. Matura un’idea che propone a Pagano: iscriversi al corso per Istruttore di pizza acrobatica e a quello di Pizza Classica. Detto e fatto. A fine 2014 li supera entrambi. Alla luce dei fatti, l’incontro con Danilo Pagano è stato determinante per l’evoluzione di Damiano Campanelli. E siamo solo agli inizi.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register