Imprenditore della pizza

Si è dato subito da fare Michele Crestani. Nato a Valdagno (VI) nel 1972, fin dal primo anno di “alberghiero” aveva la pizza in testa. “Studiavo al Pellegrino Artusi di Recoaro – racconta – e il sabato e la domenica lavoravo in una pizzeria di Valdagno. Lì ho mosso i primi passi come pizzaiolo e ho incominciato a guadagnare qualche lira, che a un ragazzo fa sempre comodo”. Deve aver imparto al volo i fondamentali del mestiere Michele, perché due anni dopo è il pizzaiolo ufficiale, assunto. “Il titolare – ricorda – mi ha preso a ben volere e in breve mi ha affidato la gestione del locale, dall’acquisto delle materie prime al forno. Una responsabilità che mi sono assunto di buon grado, con impegno e buona volontà”. Ma arriva la “cartolina” e Michele deve lasciare comande, impasti e farciture per assolvere gli obblighi di leva. A due mesi dal congedo, un evento inaspettato modifica la rotta ben impostata della vita di Michele. “Ero pronto per tornare in pizzeria quando alla mia famiglia viene proposto l’acquisto di un locale a Cornedo Vicentino. Era il 1992. Mi sono però immerso nella nuova esperienza professionale solo quando il mio primo titolare mi ha assicurato che poteva mandare avanti l’attività senza problemi”. Un’ulteriore dimostrazione della serietà di Michele, valore subito messo in pratica nel Metrò Bar Pizzeria dove lavora gomito a gomito con i famigliari. “Qui ho messo a frutto l’esperienza acquisita in passato – sottolinea – e mi divido tra fornitori, contabilità e pizze da infornare. Ognuno fornisce il suo contributo; d’altronde è un’impresa di famiglia”. Un locale dinamico, sempre alla ricerca della formula più in linea con le esigenze della clientela. A partire dagli ingredienti della pizza. “A questo proposito – interviene Michele Crestani – mi piace ricordare come ho conosciuto Molino Quaglia. Di fronte al nostro Metrò opera un grande forno industriale. I titolari di qualche anno fa erano nostri clienti e utilizzavano la farina di Molino Quaglia. La provai in pizzeria e da allora sono rimasto fedele al molino di Vighizzolo d’Este. A tal punto, che credo di essere stato tra i primi a utilizzare la farina Petra. Quando il rappresentante mi ha consegnato il sacco, il ricordo è vivido, ho subito effettuato un impasto diretto: erano le 15,00. Alle 19,00 la pizza era pronta. Perfetta”. Dall’incontro con Petra il rapporto tra Crestani e Molino Quaglia si è fatto sempre più inteso. Michele ha conquistato due pizzini e ha partecipato a due simposi PizzaUp. “Frequentare l’Università della Pizza – puntualizza – mi ha cambiato la vita professionale, mi ha migliorato. Eccezionale anche il rapporto umano che si è instaurato con gli altri pizzaioli. Siamo uno splendido gruppo, una bella famiglia”. Al Metrò Bar Pizzeria, oltre alle classiche della tradizione, Michele propone alla clientela pizze farcite con ingredienti locali e di stagione. Utilizza Petra e la farina integrale di Molino Quaglia. Con il lievito madre produce pizze, pane, grissini e dolci. “A breve termine – confida Michele – ho intenzione di aprire una nuova pizzeria a Valdagno, sotto casa. La formula? Una decina di pizze in menù, tutte a base di ingredienti del territorio e di stagione realizzate con la forza del lievito madre e con farina macinata a pietra”.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register