Nel segno della pizza

Nei week end riesce a sfornare più di 300 pizze a sera. Siamo a Prignano Cilento (Sa) nel Ristorante Lady Mary della famiglia Mangone. Qui lavora da quattro anni come responsabile del reparto pizzeria Gianni Di Masi. “Lady Mary – spiega Di Masi – è un locale molto conosciuto, un po’ un’istituzione sul territorio”. Ventisette anni di Agropoli (Sa), Di Masi ha conquistato la clientela proponendo un’offerta pizza professionale e ragionata. “Utilizzo – sottolinea – un impasto leggero e digeribile che lascio maturare per un periodo che oscilla tra le 24 e le 48 ore. In menù Lady Mary propone una ventina di pizze tra classiche, quelle che ruotano in base alla stagionalità degli ingredienti e alcune più creative sia per quanto riguarda l’estetica che la ricetta. Tra queste, molto apprezzata e la pizza a stella, le cui punte sono farcite con ricotta e salame piccante”. Gianni si è avvicinato al mondo della pizza che era ancora un adolescente: a 14 ha iniziato a lavorare come cameriere. Un addetto curioso e pieno di buona volontà; tant’è che nel corso del tempo ha iniziato, quando possibile, a osservare i pizzaioli all’opera per carpirne segreti e gestualità. Una determinazione che a 17 anni gli ha consentito di muovere i primi passi nella professione. E, un gradino per volta e dopo diverse esperienze nel settore, Gianni Di Masi si è trasformato in un professionista della pizza.

 

Guardare avanti

“Ci ho messo tanto impegno e la frequenza a corsi di formazione – racconta – ma alla fine quanto seminato ha cominciato ha dare i suoi frutti. Una soddisfazione però che non mi ha fatto sedere sugli allori; la professione di pizzaiolo ti impone di guardare sempre avanti, perché non si smette mai di imparare”. Un’affermazione non smentita dal caso. Nel 2010, infatti, seguendo la trasmissione televisiva Italia’s Got Talent” assiste all’esibizione della Squadra Nazionale Acrobati Pizzaioli. Ne rimane conquistato a tal punto che non si dà pace fino a quando non riesce a mettersi in contatto con il capitano del team Danilo Pagano. Non si tratta di una passione passeggera, c’è voglia di mettersi in gioco e di evolvere. Pagano approfondisce la conoscenza con Di Masi e ne valuta capacità e spinta emotiva. Gianni viene così affidato alle cure di Christian De Rosa. Nell’arco di un paio d’anni Gianni Di Masi indossa la casacca della Nazionalee affronta un nuovo percorso nel segno della pizza.

Gianni Di Masi

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register