La pizza sul banco (di scuola)

varese

E la pizza va a scuola. Verrebbe anche da aggiungere: finalmente! La pizza, piatto globale, completo, oggi si rivela una piacevole realtà anche nelle scuole alberghiere. O almeno in quelle che sanno leggere il mercato attuale e quello di domani. Come nel caso dell’Istituto De Filippi di Varese, storica struttura inserita in un suggestivo parco tutelato dai Beni Ambientali. “Da tre anni – spiega Giovanni Baggio, rettore del De Filippi e preside dell’alberghiero – la nostra scuola ospita un corso specialistico dedicato alla pizza, gestito dall’Assopizzerie di Varese”. Tre anni non saranno moltissimi, ma è certo indice della volontà di preparare nuove leve anche per il nostro settore. E, detto fuori dai denti, ne abbiamo davvero un gran bisogno.

 

Esperienza e nozioni

Precisa ancora il rettore: “Il corso per la pizza è stato inserito nel biennio di 4° e 5°”. In altre parole, quando gli alunni, correttamente, hanno ormai maturato una certa esperienza e sono quindi pronti a recepire anche nozioni importanti dell’universo pizza. Ma c’è di più. Alla fine dell’anno, la scuola organizza, in collaborazione con Assopizzerie, una cena di gala a tema con la pizza protagonista.

 

Menù celebrativo

Quest’anno, e non poteva essere diverso, il tema era la celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Leone Coppola, titolare della pizzeria La Caretera di Gavirate (Varese) ma anche presidente dell’Assopizzerie di Varese ha provveduto con uno staff di alto livello a preparare un menù degustazione adatto all’occasione. Accanto a margherita e marinara, infatti, gli organizzatori hanno presentato una pizza ai sapori mediterranei con pomodoro, stracciatella, pomodori secchi a julienne, olive taggiasche, trito di basilico e mentuccia. Gran chiusura con una squisita pizza dolce, in particolare dei fagottini dagli antichi profumi con crema antica caramellata. Il tutto assai apprezzato dagli oltre 220 invitati all’evento e comodamente seduti ai tavoli della sala polivalente Tarcisio Pigionatti (tra i fondatori e primo rettore del De Filippi). C’erano personalità politiche come il sindaco Attilio Fontana, il presidente della Confesercenti Cesare Lorenzini affiancato dal direttore Lucchina, ma anche amici dell’organizzazione come Bruno Arena, comico dei celebri Fichi d’india e Cristian Zaghini, consulente tecnico e volto ormai celebre del mondo pizzeria. Dicevamo dello staff: accanto a Leone Coppola, Simona Lauri, celebre panificatrice, che ha fornito un fondamentale contributo in materia.

 

Tecniche da alta cucina

Eppoi Matteo Pisciotta, chef emergente del ristorante Luce di Varese, che ha mostrato ai ragazzi dell’alberghiero le tecniche per realizzare pizze delicate (degustate dagli invitati) e guarnirle con fantasia di alta cucina. Ai forni ma anche protagonista nello spettacolo acrobatico finale con Leone Coppola, Luca Valerio Torre, consulente, istruttore e chef pizzaiolo della Torretta di Varese. Una grande festa quindi, ma anche la consapevolezza che finalmente la pizza è materia d’insegnamento. Finalmente.

 

 

Scuola certificata

25 anni di professionale alberghiero, oltre 60 al servizio di Varese. Quella del collegio Arcivescovile De Filippi, è una storia che nasce nel 1950 con monsignor Tarcisio Pigionatti, primo rettore del De Filippi. L’attuale Istituto Professionale Alberghiero (250 iscritti e 2 corsi professionali completi) viene istituito nel 1986: è scuola pubblica paritaria accreditata come Ente di Formazione dalla Regione Lombardia. Nel 2003 il De Filippi ottiene la certificazione di Qualità ISO 9001:2000 e dal 2007 è membro dell’ Associazione Europea delle Scuole Alberghiere e Turistiche. Le aule si trovano nelle suggestive Villa Valcavi (dimora del Settecento) e Villa Perabò (gioiello cinquecentesco).

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register