Pizzaiolo si diventa

 

Fare il pizzaiolo? Questione di feeling. Una storia dal carattere italiano, fatta di passione, spirito di intraprendenza, capacità di inventare con l’abilità di un giocoliere il proprio lavoro.  A dimostrare che pizzaiolo forse si nasce ma certamente si diventa. Il successo di Andrea Ariu, titolare della pizzeria Biby Pizza a Sinnai (Cagliari) e secondo istruttore della Scuola Nazionale Italiana Pizzaioli per la Sardegna, arriva da lontano.  Prima di apprendere l’arte di far volteggiare in aria le pizze e farle lievitare “oltre la crisi”, Andrea, 39 anni, ha sperimentato infatti molti lavori.  Un diploma da geometra conseguito a Cagliari, sua città natale, e un esordio nel mondo del lavoro a dir poco “caleidoscopico”: passando dal giardiniere al benzinaio, all’idraulico, al saldatore specializzato, per poi dedicarsi all’edicola di famiglia.

 

Una nuova realtà

Superato in seguito l’esame per “Agente rappresentante di prodotti vari”, ha lavorato come venditore per Seat Pagine Gialle e per Revlon Professional: tutti mestieri in cui prediligeva il contatto col pubblico. Dopo 4 anni in Saras Raffinerie Sarde, ha partecipato a un cantiere in Africa (6 mesi al centro del deserto del Sahara), un’esperienza che lo ha segnato a tal punto da decidere di abbandonare la metalmeccanica. Ma la tenacia, la capacità di sapersi adattare alle situazioni e la voglia di coltivare un piccolo grande sogno “gastronomico” hanno dato i loro frutti. Finalmente, poco più di un anno fa, per Andrea arriva la svolta e inizia la sua vera sfida come “maitre” pizzaiolo: “Mi venne proposto l’acquisto di una pizzeria – racconta Ariu – e ho subito fatto valutare l’attività da professionisti che mi hanno rassicurato che da tale investimento c’erano gli estremi per poter ricavare uno stipendietto”.  Ecco che il 13 marzo di un anno fa, giorno del suo compleanno, Andrea inaugura Biby Pizza: “Per superare i problemi d’impasto legati a tante leggende metropolitane, tipo ‘metti più lievito quando c’è maestrale’ – continua-  con tenacia ho cercato una scuola in grado di darmi le nozioni giuste e ho trovato professionalità e disponibilità nelle risposte date dalla Snip. È nato un feeling professionale con Claudio Nerone Stara, che è il referente e primo istruttore per la Sardegna, e ho deciso di seguire la sua strada”.

 

Una ricetta interessante                                      

Per portare avanti la tradizione di una specialità sarda, Biby Pizza propone La Spiga. Si tratta di una pizza chiusa con una cucitura a mo’ di “culurgiones”, con la Nutella come ingrediente principale, che viene affiancata a seconda del gusto del cliente con nocciole, cocco, anacardi, noci, pistacchi, banana e infine fragola. A fine cottura, il tocco d’artista, e con fantasia viene guarnita con giochi di forma e colori. Caratteristica del menù sono i nomi delle pizze che hanno nomi propri di persona. Vincente è la “Nostra Witalia”, con i classici colori della bandiera: il verde del basilico fresco, il bianco della mozzarella dop a fette, il rosso dei pomodorini Cherry.

 

Andrea Ariu

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register