Pizzaiolo e imprenditore

Massimo Naclerio, a sinistra

E’ un figlio d’arte, o meglio, ne è anche nipote. Perché la storia di Massimo Naclerio, napoletano Doc, è quella di un pizzaiolo trentasettenne che si è fatto le ossa nella Pizzeria Bella Napoli di proprietà dei suoi genitori e di suo zio. Non pensiate però di trovarvi in terra partenopea, siamo invece in riva al Mar Ligure, a La Spezia. Dicevamo di una storia tutta di famiglia: subentrato ai genitori nella gestione del locale insieme al fratello Alfonso nel 1999, Massimo ha fatto crescere costantemente la Pizzeria Bella Napoli. Nel tempo le dimensioni della pizzeria sono raddoppiate (oggi conta 130 coperti all’interno a cui se ne aggiungono 20 in veranda), così come sono aumentate le voci in menù, conseguenza di un successo crescente e costante.

 

Specialità a 360°

Quindi, grazie alla sapiente gestione di Massimo, dalla pizza l’orizzonte si è allargato ad altre specialità gastronomiche caratterizzate da una forte connotazione territoriale: pasta fresca fatta in casa, farinata, pesce fresco, focaccia di Recco, ma anche tagli di carne di prima scelta e grigliate, senza però dimenticare i piatti propri della cucina internazionale. E le pizze? Rimangono il core business di Massimo Naclerio, con vere e proprie punte di diamante come la Sorrentina, con mozzarella di bufala, pomodorini e basilico e la Salsiccia e le cime di rape (provenienti dall’orto di famiglia). I prezzi della Pizzeria Bella Napoli sono poi assolutamente competitivi rapportati agli standard della cucina: difficile superare i 20 euro per una cena e i 10 per un pasto a base di pizza.

 

Una lunga carriera

Il segreto di Massimo Naclerio, oltre alla sua abilità in cucina e nella gestione della Pizzeria Bella Napoli, è la lunga esperienza maturata a fianco dei genitori e dello zio, arricchita da trasferte all’estero e in locali di Napoli. Ventiquattro anni di carriera la sua, all’insegna di impegno, costanza, ricerca dell’eccellenza nelle materie prime e aggiornamento professionale. Dicevamo che Massimo Naclerio è figlio e nipote d’arte: ce ne si accorge subito, basta assaggiare uno dei suoi piatti.

 

Ottimi risultati

E’ un matrimonio recente, quello tra Massimo Naclerio e la Snip, la Scuola Nazionale Italiana Pizzaioli, ma poggia già su solide basi. Per conto della scuola Massimo, dall’inverno dello scorso anno, forma all’interno della Pizzeria Bella Napoli gli allievi per la provincia di La Spezia. I risultati sono evidenti e sotto gli occhi di tutti, con piena soddisfazione da parte dei giovani pizzaioli, della Snip e del “maestro” Massimo Naclerio.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register