Una fortuna nata per caso

 

Già l’insegna la dice lunga: La Ristopizza, sintesi perfetta di ciò che in questo locale si può mangiare (e bene). Siamo a Mendicino, in provincia di Cosenza, antico e grazioso paese dove l’arte e le tradizioni gastronomiche locali la fanno da padrone. Qui La Ristopizza ha aperto le sue porte nel lontano 1998 grazie alla volontà di Roberto Bruni e di sua moglie. E singolare è il percorso professionale di Roberto: insoddisfatto dei cuochi addetti alla sua cucina è passato dall’altra parte della barricata, mettendosi direttamente ai fornelli ma senza improvvisare nulla. Corsi, specializzazioni, curiosità e un innato talento per pentole, tegami e forno hanno trasformato rapidamente il proprietario de La Ristopizza in un eccellente e appassionato pizzaiolo.

 

Ricette silane

E’ una cucina a tutta tradizione quella de La Ristopizza e la qualità presente in ogni ricetta ne ha decretato nel tempo il successo: dall’antipasto pazzo (patate e peperoni, funghi misti della Sila sott’olio, pomodori secchi, broccoli di rape e salsiccia e molto altro ancora) ai fusilli alla silana con salsiccia fresca di suino nero di Calabria, dalle tagliatelle caserecce fino ai funghi porcini locali. E i vini? Ovviamente di produzione locale. Qui tutti i piatti parlano di tradizioni gastronomiche calabresi ed è difficile che lo scontrino superi i 20 euro per un pasto completo (un’ottantina i coperti).

 

Pizze per ogni palato

Ma sono forno e banco pizza il vero regno di Roberto Bruni. Le sue pizze vantano una lievitazione minima di 24 ore e la clientela, spendendo non più di 15 euro “tutto compreso”, può spaziare dalle più classiche come la Reginella (mozzarella di bufala, pomodoro pachino e basilico) alla Primavera (fior di latte, pomodoro fresco, rucola prosciutto crudo e scaglie di grana) fino alle più sfiziose (diretta conseguenza dei “mi piace” dei clienti affezionati del locale), come La Focosa (con fiori di zucca, fior di latte, crema ai tre formaggi e acciughe) e quella con mortadella, crema di pistacchio e fior di latte. Tutto qui? No, sono solo pochi esempi quelli che vi abbiamo proposto anche perché Roberto Bruni sforna anche apprezzatissime pizze dessert, per soddisfare la clientela fino in fondo.

 

Formazione ad personam

E’ proprio di questi giorni il primo compleanno del sodalizio tra la Snip, la Scuola Nazionale Italiana Pizzaioli e Roberto Bruni. Per conto della Scuola Roberto, che è responsabile provinciale, forma gli allievi attraverso corsi individuali e collettivi che durano 40 ore suddivisi in 30 ore di pratica e 10 di teoria. Una garanzia della serietà dei corsi? A quelli collettivi non partecipano più di 6 allievi, per poter essere seguiti individualmente al meglio.

Roberto Bruni

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register