Cibus mostra i suoi gioielli

cibus

 

Un Cibus da record quello che si è svolto nei padiglioni della fiera di Parma dal 5 all’8 maggio scorso. La 17ª edizione ha fatto registrare infatti un +12% di visitatori toccando la cifra record di 67mila presenze, con 2.700 aziende espositrici, 950 giornalisti accreditati e 12mila buyer esteri (1.000 in più rispetto all’edizione del 2012). Un Cibus dal quale risulta che il valore dell’export alimentare potrebbe passare da 26 a 70 miliari di euro nei prossimi 10 anni a condizione di un adeguato sostegno finanziario e istituzionale alle imprese e alla lotta alla contraffazione. Obiettivi promessi da Maurizio Martina, ministro delle Politiche Agricole, e da Carlo Calenda, vice ministro per lo Sviluppo economico, presenti a Parma. È stato un Cibus con tante curiose novità, come nel caso del liquore al succo di melograno e con tante new entry provenienti dal mondo molitorio che hanno fatto dei molini i veri protagonisti di questa edizione: Molini Pivetti con Skura, la farina scura di grano arso e Mater, lievito madre essiccato attivo, Molino Pasini con Primitiva 2, Molino Quaglia con la linea Petra e i Bricks di PetraViva, Almaverde di Molino Spadoni con le palline pizza surgelate al Kamut e con farina macinata a pietra, Agugiaro&Figna con la nuova linea A&F dedicata all’alta ristorazione. E poi anche tanto “senza glutine”, con prodotti destinati a chi soffre di intolleranze. Molino Caputo con FioreGlut, Molino Grassi con Gluten Free nella versioni per pane e pizza, per pasta e biologico, Molino Pasini con Granozero, Molino Spadoni con Freeglut. “Fuorisalone” (perché non era proprio la loro fiera di riferimento) presenza significativa anche per aziende di attrezzature: Rinaldi Superforni nello stand di Molini Pivetti dove Antonino Esposito ha deliziato i visitatori con le sue specialità, mentre negli stand delle rispettive regioni c’erano anche Oem-Ali con il forno Voltaire (Regione Lombardia) e Gi.Metal (Regione Toscana) con la “solita” spettacolare linea di pale. Prossimo appuntamento con Cibus nel 2016, con l’importante intermezzo di Expo 2015, nel quale Parma Fiere sarà presente con Federalimentare.

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register