Infood 2014: una certezza

infood

 

Venti anni di attività non potevano essere festeggiati meglio. Addirittura con una fiera che nel corso del tempo si è trasformata in un evento di primo piano. Stiamo parlando di Infood e del Caseficio Valdostano di Pollein (Ao) che la organizza dal 2010. “Dopo le edizioni di St. Vincent, Martigny e le due presso l’Autoporto di Pollein – spiega Gerardo Cuomo – titolare dell’azienda fondata nel 1994 – non posso che stilare un bilancio decisamente positivo. Dal 18 al 20 maggio su 2.000 metri quadri di superficie espositiva oltre 5.000 professionisti horeca hanno vistato gli stand delle 55 aziende presenti, più del doppio rispetto allo scorso anno”. L’idea di Infood è nata a Cuomo per far conoscere da vicino i produttori e le eccellenze che il Caseificio Valdostano propone all’universo ospitalità. “Il Caseificio è nato come produttore di mozzarella per pizzeria – puntualizza Cuomo -. Ma quando la clientela ci ha chiesto altre merceologie abbiamo deciso di ampliare il raggio di azione. Oggi il nostro portafoglio prodotti vanta circa 5.000 referenze da 300 partner. Prodotti food e attrezzature che distribuiamo a 3.000 tra ristoranti, pizzerie e punti vendita gdo in Lombardia, Piemonte Valle d’Aosta, Alta Savoia e Svizzera. Sul territorio francese stiamo avanzando fino a Grenoble e su quello elvetico fino a Zurigo. Una grande soddisfazione. La domanda di mercato, infatti, viene sia dagli operatori professionali italiani all’estero sia dai loro colleghi locali”.

Partner di rilievo

Non c’è che dire, il Caseificio Valdostano è una realtà imprenditoriale molto attiva. Un ulteriore esempio? Nel 2013 ha rilevato la Società di Ristorazione Valdostana e solo nel giro di un anno ne ha incrementato il fatturato di 2 milioni di euro. Questa attenzione alle dinamiche di mercato e alla selezione di partner strategici si è toccata con mano a Infood 2014. Tra le aziende che hanno dato lustro alla manifestazione di grande rilievo la presenza di Agugiaro&Figna Molini che a Pollein si è mossa su tre fronti: pizza, pasta fresca e pasticceria. Il molino di Curtarolo (Pd) ha presentato le farine classiche prodotte per i tre specifici segmenti di mercato; la linea Le 5 Stagioni per pizza, quella analoga per pasta fresca e Le Sinfonie per il settore pasticceria. Per i tre giorni dell’evento è stato un susseguirsi di elaborazioni gastronomiche molto apprezzate dal pubblico. Sul versante pizzeria, lo chef promoter Le 5 Stagioni Nicola Demo ha sfornato senza sosta centinaia di pizze classiche e alla pala, miscelando ingredienti e farciture e rispondendo con puntualità alle domande dei professionisti sulle caratteristiche e sull’utilizzo al meglio delle farine della linea Le 5 Stagioni.          

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register