Così in pizzeria è sempre sabato sera

Big family hands taking pizza from plate

“Dimmi perché non mi piacciono i lunedì”, cantava Bob Geldof con il suo gruppo punk rock, i Boomtown Rats, nella canzone “I don’t like Mondays”, dando il senso perfetto a questa giornata. Il lunedì chiude le porte al weekend e apre quelle della settimana lavorativa, che porta con sé impegni e stanchezza. Gli effetti del lunedì, ma anche quelli degli altri pigri e spesso stressanti giorni infrasettimanali, si avvertono anche in pizzeria. Complice il freddo, la poca voglia di uscire e i tagli alle spese, sono in molti quelli che preferiscono restare a casa, regalandosi il piacere fumante di una pizza solo durante il week end. Così, i tavoli spesso restano vuoti e i ristoratori soffrono, aspettando il fine settimana e pensando a come trasformare ogni sera in un sabato sera. Di sicuro, per attirare e fidelizzare la clientela, è molto importante puntare su ingredienti di qualità, oltre che sul servizio. Il cliente deve sentirsi subito a proprio agio e avvertire la sensazione che il locale scelto sia quello giusto, quello cioè dove gustare un’ottima pizza in un’atmosfera rilassata e accogliente. La qualità della proposta, la grande professionalità e i tanti sorrisi però non bastano per far lievitare le entrate nei giorni che precedono il week end. È necessario inventarsi qualcosa di diverso, elaborare una strategia ad hoc e mettere in atto una serie di azioni per invogliare i clienti a varcare la soglia della pizzeria tutti i giorni, non solo nel fine settimana. Ma come fare? Da Nord a Sud, PizzaFood lo ha chiesto ad alcuni professionisti del settore che, sulla base della propria esperienza, ha fornito una serie di suggerimenti utili al raggiungimento dell’obiettivo.

Un calendario di eventi

I clienti non sono tutti uguali. Ne esistono di numerose tipologie, tutte con necessità differenti: le coppie, per esempio, di solito preferiscono zone della sala più romantiche e isolate, mentre i single potrebbero gradire tavoli condivisi. Molte famiglie, invece, apprezzano un servizio baby sitter in aree dedicate. Una volta individuate le caratteristiche della propria clientela, bisogna mettere in atto una serie di azioni volte a conquistarla e a farle varcare la soglia della pizzeria con più frequenza durante la settimana. Per Simone Tesseri, titolare della Pizzeria Si Mangia di Marina di Pietrasanta, Lucca, questo si traduce anche nell’organizzazione di serate a tema e feste di compleanno per bambini, con maghi e intrattenitori. “Ciò che è importante – spiega – è lasciare una buona impressione, usando la creatività e offrendo sempre qualcosa di nuovo. È necessario fare in modo che i clienti ritornino ed esprimano giudizi positivi sulla mia pizzeria. L’antico passaparola è uno tra i i più efficaci strumenti di comunicazione e di pubblicità”. Carmelo Costa, proprietario di Pizza Sprint a San Licandro, in provincia di Messina, per attirare la clientela ha scelto di puntare anche su formule particolari con prezzi contenuti. “Il lunedì sera – racconta – le mie pizze hanno tutte lo stesso prezzo, indipendentemente dalla farcitura. Mercoledì, invece, è la serata promozionale dedicata alla pizza gluten free. Celiaci, intolleranti al glutine e clienti che apprezzano questo tipo di impasto sanno che quella è la data giusta”.

Conquistare i giovani

Una categoria di clientela che cela un grosso potenziale è quella dei giovani. Gli studenti delle scuole superiori e quelli universitari, anche se spesso hanno una capacità di spesa limitata, rappresentano un target interessante, da fidelizzare. I giovani, infatti, possono diventare i clienti fissi di domani. La Trattoria Pizzeria Vecchia Pavia, nell’omonima città, punta anche su di loro. “Oltre a mettere a disposizione le nostre sale per l’organizzazione di feste di laurea, compleanni ed eventi – sottolinea il titolare, Giovanni Taiani – dedichiamo due serate a questo target. Il mercoledì e il giovedì, infatti, gli studenti possono cenare da noi con uno sconto del 10% sul menù”. Per Sebastiano Marino, proprietario di Strapizzami, attività che si trova a Carlentini, in provincia di Siracusa, i giovani si conquistano anche a suon di note. “La musica – puntualizza – è un linguaggio universale tra i giovani: li accomuna e fa vivere loro importanti momenti di aggregazione. Il target degli studenti credo sia più propenso a scegliere una determinata pizzeria, se sa che in quel luogo può trovare anche musica di qualità. Per questo motivo, ho scelto di proporre loro, con una cadenza quindicinale o mensile, una serata con esibizioni musicali live”.

Web, strumento di analisi

Internet e i social media rappresentano ormai elementi fondamentali per qualsiasi attività di successo e le pizzerie non fanno eccezione. Ma condividere eventi e specialità non basta, è fondamentale monitorare i clienti e stilare delle statistiche con lo scopo di ottenere il maggior numero possibile di informazioni su di loro. L’analisi delle statistiche porta a costruire offerte efficaci, realizzare contenuti web di reale interesse, inserire e promuovere nuovi servizi.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register