Stefano Miozzo è Mondiale!

IMG-20180411-WA0003

Si è conclusa la ventisettesima edizione del Campionato Mondiale della Pizza. Un’edizione da record. Inaugurata lunedì 9 aprile al Palacassa della fiera di Parma, ha ospitato 773 tra chef e pizzaioli di 44 nazionalità. La pizza classica come sempre è stata la gara che ha registrato il maggior numero di partecipazioni, più di 400 concorrenti in due giornate.

Il campione

Il Master World Champions 2018 è stato consegnato quest’anno a Stefano Miozzo della pizzeria “Al borgo 1964” di Cerea (Vr), vincitore nella categoria di pizza classica con la sua pizza “Cortile dei Nonni”. Questi gli ingredienti”: coste, radicchio tardivo, piccione, foies gras, sale Maldon vanigliato, aceto balsamico, Parmigiano, bottarga di gallina. Miozzo si è aggiuidicato anche il premio Parmigiano Reggiano per la migliore pizza col Parmigiano.

Pizza slow

Durante l’evento Agugiaro&Figna Molini – main sponsor della manifestazione – ha presentato il vero identikit della pizza slowun prodotto leggero, croccante, fragrante e ovviamente di qualità certificato dall’utilizzo della linea di farine Le 5 Stagioni. Quest’anno l’azienda ha posto particolare attenzione al concetto di sostenibilità nel processo di macinazione della farina, un percorso lento fatto di passione e dedizione che determina le caratteristiche di una pizza slow. In ogni chicco di grano ci sono componenti estremamente differenti cui vanno dedicate attenzioni diverse. Per questo Agugiaro&Figna Molini sceglie sempre lo stile che apporta il risultato migliore in linea con la farina che si vuole ottenere. Per il comparto pizzeria, Le 5 Stagioni rispondono con qualità, tecnica, ricerca e testimonianza diretta a tutti coloro che intendono avvalersi di un prodotto performante, di qualità e sostenibile e che possa rivelarsi al meglio dopo un’ultima trasformazione, in questo caso a cura del professionista.

Lentezza e sostenibilità

“La pizza è un piatto che conosciamo molto bene, al nostro Molino è riconosciuto il primato nell’averle dedicato un’intera gamma di farine – ha dichiarato Riccardo Agugiaro –. Vogliamo ricordare che il processo molitorio è una storia di passione e dedizione che accompagna il chicco di grano durante tutta la macinazione: un processo, per noi, lento e sostenibile, per garantire tutti i parametri di qualità. Essere fra i più grandi, in termini di produzione, e fra i più antichi ci impone una doppia responsabilità, nei confronti dei nostri clienti ma soprattutto nei confronti dell’ambiente in cui operiamo. Agugiaro&Figna Molini è l’azienda che per prima ha riservato particolare attenzione al comparto pizzeria e siamo sempre orgogliosi di partecipare in qualità di sponsor al Campionato Mondiale della Pizza, una manifestazione internazionale che raccoglie al suo interno così tante eccellenze come i più grandi Maestri pizzaioli del mondo”.

 

I Campioni del Mondo per ogni categoria

Pizza Classica: Stefano Miozzo, pizzeria “Al borgo 1964” di Cerea (Vr)

Pizza in Teglia: Mirko Boniolo, pizzeria “Punto Pizza” di Cavarzere (Ve)

Pizza Napoletana STG: Vincenzo Palermo, pizzeria  “Eataly Moscow”

Pizza in Pala: Roberto Meloni, pizzeria “Da Roberto” di Cagliari

Pizza senza Glutine: Gianni Pompetti, “Pizzeria Dei Poemi” di Penna S. Andrea (Te)

Pizza a Due: Fabio Sebastiani e Marco Lavista, pizzeria “Pizza New” di Trieste

Stile Libero: Takumi Tachikawa

Velocità: Amendola Giuseppe, pizzeria “Ci vediamo da Mario” di Reggio Emilia

Larghezze: Daniele Pasini, pizzeria “Pizza Acrobatica” di Imola

Trofeo Heinz Beck – i primi piatti in pizzeria: Gennaro Vingiano, ristorante pizzeria “Acqu’ sale” di Salerno

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register