La pizza del Castellano

20150718_204806

A Villafranca di Verona tra il 15 e il 17 luglio va in scena la seconda edizione della Festa della Pizza del Castellano. E corso Vittorio Emanuele si trasforma in una grande pizzeria a cielo aperto. “Dalla pizza del Castellano dello scorso anno – spiegano gli organizzatori dell’evento – siamo passati alla creazione di una Confraternita del Castellano che vuole diventare uno strumento di promozione del territorio villafranchese in generale, con l’obiettivo, in particolare, di divulgare la cultura delle tipicità locali: pizza, vino Custoza e Sfogliatina di Villafranca”.
 Secondo la leggenda, che si basa su fondamenti storici, la pizza venne creata nel 1405 dal Castellano fuori dal maniero per festeggiare la fine di un evento bellico. “Non la pizza odierna – si rileva da Villafranca – che sarebbe diventata tale solo con l’arrivo nel continente del pomodoro, era solo un impasto più semplice, come imponevano i tempi e le circostanze”. In pratica a Villafranca venne creata una sorta di focaccia, antesignana della pizza. Su questo solco della tradizione ogni anno la Confraternita premia un personaggio che si è distinto nella promozione della cultura della pizza e della gastronomia villafranchese, veronese e veneta. Promotrici della Confraternita, sei pizzerie: Locanda il Viandante, Acqua e Grano, Asso di coppe, Oasi della pizza, Da Carmelo, Civico2. “Ogni pizzeria – sottolinea Carlo Ferrarese, titolare di Civico2 – elabora per i giorni della faesta una ricetta senza pomodoro, patate e qualsiasi altro ingrediente arrivato in Europa prima della scoperta dell’America”.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register