Nuova vita ai ferri vecchi

scarp

Avete un vecchio porta scopino da water? O un’inutile aspirapolvere? O, ancora, una caffettiera rotta e inutilizzabile? Beh, non buttate nulla nei rifiuti, perché c’è chi, in modo davvero singolare e creativo, riesce a ridare vita a questi oggetti trasformandoli in suppellettili d’arredo divertenti e moderni.
Il “tipo” di cui parliamo è Luca Scarpellini, che a Sapore 2011 ha presentato la sua personalissima mostra, una serie di oggetti trasformati da roba vecchia in originalissimi pezzi d’arredo. Quasi trentenne, originario di Forlì, con una rinuncia alla carriera di ingegnere trasformata in laurea con lode all’Accademia delle Belle Arti di Brescia, dedito a produzioni televisive e cinematografiche, Luca Scarpellini (339 1042325, scarpaweb@gmail.com) ha creato UseDesign, un marchio che, come sottolinea, “rappresenta una filosofia artistica e un messaggio a chiunque cerchi di capire il mio lavoro”. Con UseDesign, Luca Scarpellini, con passione e pazienza, cerca di coprire con stucchi e vernici il passato degli oggetti seppellendoli sotto uno strato glamour e kitsch. Capita così che un obsoleto telefono diventi un allegro orologio, che una vecchia moka, una ex lucidatrice o una bilancia starata si trasformino in una suggestiva quanto insolita lampada e che persino un tosaerba, con le sue pericolose lame, entri in camera da letto “truccandosi” da originalissimo appendiabiti. Insomma, un’idea geniale quella di recuperare da rigattieri, mercatini delle pulci o addirittura per strada vicino ai cassonetti dell’immondizia tutti questi oggetti e riconvertirli, in serie massimo di 24 pezzi, in idee d’arredo tanto originali. Ideali certo per arredare una casa in modo alternativo, ma anche un locale e perché no, una pizzeria, rendendola unica nel suo genere con un fascino dal sicuro impatto scenografico.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register