A tu per tu con il pane

Dal 17 al 19 giugno a Vighizzolo d’Este (Pd), presso Molino Quaglia, si è tenuta la quarta edizione di Comunipane, il simposio tecnico sul pane italiano organizzato dall’Accademia del Pane. Tre giorni di lavori in cui dibattiti e prove pratiche hanno coinvolto decine di panettieri provenienti da tutta Italia che si sono confrontati sul tema del pane italiano. L’obiettivo di Comunipane 2012 è quello di mettere a confronto il mondo della produzione con il consumatore finale per raccogliere esigenze, gusti, necessità di chi il pane lo acquista quotidianamente. Per questo l’apertura del simposio di domenica 17 giugno “Pane, vita, gusto e salute. Assaggi di panificazione dinamica” è stata dedicata al pubblico e ha visto un approfondimento sui pani realizzati con Petra e lievito madre coinvolgendo nomi della nutrizione, dello spettacolo e del mondo amatoriale dei lieviti e dei cibi biologici. Alla giornata hanoo preso parte esponenti della Comunità del Cibo Pasta Madre (www.pastamadre.net) che “hanno spacciato” il lievito madre regalandolo al pubblico presente con spiegazioni dal vivo su come prepararlo e mantenerlo in vita. Ma hanno partecipato all’incontro anche i panettieri con i loro pani lavorati con lievito madre e Petra. Nel pomeriggio del 17 giugno si è svolto inoltre un dibattito davanti ad un pubblico di 100 invitati sul pane ideale secondo i consumatori, che oggi, sempre più numerosi, se lo preparano in casa partendo dal lievito madre. Dal dibattito è nato il profilo del pane perfetto sul quale hanno lavorato nei due giorni successivi i 60 panettieri del simposio tecnico. A un anno dalla presentazione di MamaPetra, il format di panificio che lavora solo di giorno allestito al secondo piano dell’antico Molino Quaglia, i panettieri di tutta Italia si sono confrontati anche sulla “linea del pane“, un innovativo strumento ideato per costruire una carta del pane con prodotti che nascono dal medesimo impasto, per ridurre i costi all’essenziale e con consistenze, spessori, forme, tipo di crosta e di mollica che li differenziano e li rendono più adatti a usi e abbinamenti diversi.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register