Nuove idee di gusto

E’ un’idea brillante, intelligente: mettere insieme un gruppo di aziende, quelle propositive, innovative e permettere loro di far degustare i prodotti ai ristoratori, ai pizzaioli, agli addetti ai lavori insomma. Lungimirante e acuta l’idea che, come sempre, nasce da un’esigenza. Spiega Angelo Ruffoni, responsabile commerciale di Global Pesca di Gravellona Toce (VB), rivenditore leader che da molti anni organizza Degustazione itinerante, evento ad alto tasso di qualità destinato ai professionisti della ristorazione: “L’idea nasce dalla nostra storia aziendale. Dopo esserci consolidati come rivenditori di pesce fresco del lago, e dopo essere diventati punto di riferimento per il pesce congelato, di lago e di mare, abbiamo deciso di ampliare la nostra offerta con altri generi alimentari”.

 

Novità in diretta

Eravamo a metà degli anni Settanta, la ristorazione professionale muoveva i primi passi. Ma bisognava far conoscere quei prodotti e quelle aziende, bisognava informare i clienti, renderli partecipi delle novità. Ecco allora l’idea: metterli insieme, in un evento degustativo pluritematico, che offrisse l’opportunità al cliente di poter toccare con mano, meglio con il palato, le delizie che le aziende proponevano. E’ nata così Degustazione itinerante, appuntamento che ormai da anni è al centro dell’attività di Global Pesca, rivenditore celebre e celebrato dell’Italia del Nord Ovest. Oggi Degustazione itinerante è un appuntamento speciale, che richiama tanti professionisti, tanti ristoratori e pizzaioli che vogliono conoscere le novità delle aziende e vogliono provarle direttamente.

 

Formazione e informazione

“In passato c’era il ristorante tipico, quello che proponeva la sua specialità – spiega Ruffoni –. Una proposta gustosa, certamente di richiamo. Ma l’offerta si limitava a quel certo piatto, a quella tipicità proprio perché il ristoratore non aveva la possibilità di conoscere le alternative. Degustazione itinerante è nata proprio con lo scopo di offrire la possibilità di nuove idee di gusto, nuove opportunità da inserire nel menù”. Oggi Degustazione itinerante – così chiamata perché gli assaggi vogliono appunto creare un tour del gusto – è una realtà confermata dai numeri: l’ultima edizione, quella del 2011, è stata organizzata di recente nella suggestiva cornice del 4 stelle hotel Regina Palace di Stresa, contesto alberghiero lussuoso ed esclusivo. Alla 13ª edizione (4 giorni dalle 11 alle 22) hanno aderito 36 realtà produttive affermate e consolidate nel panorama del food nazionale e internazionale che disponevano di altrettanti spazi per la degustazione e che hanno proposto l’assaggio di oltre 200 prodotti. Tra questi, Agugiaro&Figna Molini che, fin dalla prima edizione, ha creduto in questo innovativo progetto. “Fin dalla ‘prima ora’ – racconta Ruffoni – Molino Agugiaro, nella persona di Giorgio Agugiaro, ha creduto in Degustazione itinerante. Le loro proposte sono risultate vincenti e i consensi ottenuti hanno dato ragione a loro e a noi”.

 

2000 professionisti

Risultati che parlano con i numeri, basti pensare al “ritorno” degli inviti spediti dall’organizzazione di Global Pesca: a fronte di 2.000 inviti, l’evento ha un ritorno del 30% che equivale a circa 700 ragioni sociali che visitano Degustazione itinerante. In altre parole, 700 aziende di ristorazione rispondono agli inviti. Se poi si considera che mediamente ogni azienda fa visita all’evento con tre persone, questo equivale a una presenza fisica di oltre 2000 professionisti, che con la registrazione all’ingresso, ricevono anche un bonus che dà diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati entro un certo periodo di tempo. Insomma, Degustazione Itinerante è un successo. Che non si limita alla prova del palato ma che prevede anche incontri e forum, come quello dedicato all’analisi e alle metodologie di lavorazione del pesce crudo. Il vero segreto del successo? Banale, forse, ma certamente efficace. Come sottolinea Ruffoni: “Sembra scontato, ma la carta vincente è la possibilità di far assaggiare il prodotto al cliente”. Provare per credere, del resto, è una formula sempreverde.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register