La supercasa delle attrezzature

gi metal

Dal 12 settembre 2015 Gi.Metal ha ufficialmente una nuova casa. E che casa. La nuova sede dell’azienda toscana, celebre in tutto il mondo per la produzione di pale e minuteria per pizza, è infatti splendida nella struttura e ricchissima di contenuti al suo interno.

Alla presenza del sindaco di Montale, casa Gi.Metal, con i suoi 30 dipendenti in abbigliamento ufficiale, ha aperto le porte per mostrarsi a giornalisti, clienti e fornitori dell’azienda pistoiese. Seimila metri quadrati con una zona produttiva ben distinta tra i vari reparti e dotata di macchinari di ultima generazione e con sistema di aspirazione ad altissimo cubaggio, uffici arredati con gusto, una sala riunioni che esprime la volontà di Marco D’Annibale, titolare Gi.Metal, di varcare tutte le frontiere possibili per far apprezzare la tecnologia made in Italy, uno show room che sembra più appartenere a un’azienda di preziosi che non di pale e dove i “gioielli” di casa Gi.Metal sono tutti ben esposti e raccontati da un televisore gigante.

“I materiali impiegati per la produzione, così come i macchinari utilizzati, sono italiani al 100%”, ha precisato D’Annibale, che ha aggiunto come ci sia sempre “alla fine di ogni fine di ciclo produttivo, la supervisione finale dell’uomo, insostituibile per un corretto controllo della qualità“. E, ancora un magazzino ben ordinato ma che non necessita di ampio spazio perché, come sottolinea il titolare, “l’organizzazione produttiva ci consente di evadere gli ordini praticamente in tempo reale e consegnare il prodotto nel giro di 72 ore”. Un’organizzazione perfetta fatta da uomini scelti grazie al fondamentale apporto di Barbara, moglie di Marco e soprattutto responsabile delle risorse umane, colei insomma che ha costruito il team building, la squadra vincente.

Tornando alla struttura ecco infine la chiccca, la grande novità della nuova sede Gi.Metal: il PalaPizza, uno spazio enorme attrezzato con zona pizzeria ideato per ospitare eventi, manifestazioni, corsi e stage di approfondimento e nel quale, per l’inaugurazione, si sono esibiti gli acrobati della nazionale, sono stati preparati tavoli rotondi impreziositi da tovaglie con i colori sociali ed è stato allestito un ricco buffet.

Insomma, casa Gi.Metal profuma di professionalità, impegno e passione e, nonostante sia un’officina, di una pulizia estrema con operai che lavorano con i guanti bianchi. Mania del pulito? Anche ma non solo, perché l’utilizzo dei guanti è una questione tecnico-igienica. Spiega D’Annibale: “I guanti servono per evitare di lasciare impronte che altrimenti rimarebbero indelebili rovinando il prodotto finale”. In tempi (ancora) di crisi, Marco D’Annibale ha dato il via alla fase due di Gi.Metal, quella del passaggio da impresa “quasi” famigliare a industria dell’eccellenza made in Italy. Una sfida o meglio una scommessa che, per come è stata impostata, è di fatto già vinta. Ecco perchè guardando D’Annibale che osserva orgoglioso la sua nuova azienda viene in mente uno slogan con celebre canzoncina: pongi pongi pongi bon…. ti piace vincere facile?

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register