Dialogo tra professionisti

Una giornata particolare, quella vissuta al Molino Agugiaro di Curtarolo (Pd). Perché è stata una giornata all’insegna del vero confronto tra professionisti del settore. Da una parte, infatti, oltre 30 istruttori della Scuola Nazionale Maestri Pizzaioli di Danilo Pagano (che con Agugiaro&Figna Molini ha organizzato lo stage) e dall’altra il solito, impareggiabile Nicola Demo, technical del molino padovano e straordinario interprete di questo genere di eventi. Riccardo Agugiaro, direttore commerciale estero, ha dato il benvenuto ai professionisti e a Ferdinando Marana, titolare di Marana Forni presente anch’egli all’incontro.

 

Lavorare in team

“Fin dalla fine degli anni Settanta la nostra azienda è vicina alle scuole perché dalla collaborazione con quest’ultime sono nati prodotti importanti dedicati al mondo della pizza”, ha precisato Riccardo Agugiaro, che ha avuto parole di elogio anche per Danilo Pagano. “Ha lavorato seriamente – ha puntualizzato – e per questo motivo abbiamo deciso di continuare la nostra partnership con la Scuola Nazionale Maestri Pizzaioli”. Riccardo Agugiaro, dopo una breve ma significativa presentazione dell’azienda ha poi chiarito un concetto importante: “Attraverso le scuole italiane, c’è molto da fare per la pizza nel mondo, ma per riuscirci occorre lavorare in team, essere un gruppo forte e unito”. Significativo anche l’intervento di Ferdinando Marana. Dopo aver precisato che l’azienda di Verona è presente in 54 nazioni e dopo un invito ufficiale agli istruttori a farne visita, ha parlato dell’importanza della collaborazione tra i professionisti e le aziende. “E’ il modo corretto per crescere e migliorare – ha precisato – ma bisogna avere volontà e le giuste intenzioni. Allora il risultato sarà vincente”.

 

Impasto e lavorazione

Il gruppo si è poi spostato al piano superiore della suggestiva e antica struttura che ospitava il vecchio molino. Qui il confronto si è fatto serrato. Nicola Demo, dopo aver illustrato il laboratorio, ha spiegato alcuni concetti tecnici legati a impasto e tecniche di lavorazione. A seguire, naturalmente, gustose pizze compresa quella a metro che gli istruttori hanno degustato continuando a proporre quesiti. Nel pomeriggio, di nuovo al piano inferiore per una riunione condotta da Danilo Pagano su tematiche e problematiche legate a scuola e corsi. La giornata, infine, si è conclusa con la visita all’attuale e moderna struttura del molino. Chiusura ideale per un eccellente confronto tra professionisti.

 

Il sapore della sorpresa

Nel corso della giornata si è svolta anche una dimostrazione che ha avuto il gusto della sorpresa: partendo da una pasta acida (che molti butterebbero persino via) “mago” Demo ha dimostrato come è possibile rigenerarla e riutilizzarla per produrre un pane con le olive. Il risultato? Davvero straordinario, buonissimo, croccante e leggerissimo. Gli istruttori hanno prestato molta attenzione alle performance di Nicola Demo e hanno rivolto numerose domande al tecnico sulle modalità di lavorazione di quella pasta acida.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register