L’intenso sapore del passato

 

Li abbiamo visti rappresentati negli affreschi e nei bassorilievi. Ma anche catalogati tra i reperti del sito archeologico più noto e affascinante del mondo: Pompei. Ora, da un’idea della Dieffe Comunicazione, grazie a Molino Caputo e allo chef Paolo Gramaglia del ristorante President di Pompei, con il supporto del panificio Esposito, i Pani di Pompei potranno essere anche assaggiati. L’evento “Molino Caputo presenta i Pani di Pompei” è stato proposto alla stampa a fine novembre con un percorso tra le strade del cibo dell’antica città e un pranzo pensato per l’occasione da Paolo Gramaglia. “Quella di approfondire la conoscenza degli usi gastronomici e della panificazione degli antichi pompeiani – ha sottolineato Antimo Caputo, ad di Molino Caputo – è stata un’idea che ci ha affascinato da subito. Uno studio storico che affianca e arricchisce la ricerca che il Molino Caputo fa da sempre. Nel nostro Molino lo studio dei grani e delle farine è un passaggio fondamentale della produzione, che conta 15 tipi diversi di referenze: farine e miscele con caratteristiche differenti e indicate per i diversi utilizzi. Dai dolci, al pane, dalle paste alle pizze”.

Paolo Gramaglia prepara l’impasto

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register