Una sinfonia di sapori

Una novità assoluta per gli operatori professionali viene proposta da Molino Colombo di Paderno d’Adda (LC). Una novità che risveglia il ricordo dei profumi, degli aromi e dei sapori delle farine non raffinate che riempivano l’aria dei forni di una volta. Oggi nasce Grangusto, una farina tipo 1 prodotta con l’aggiunta di germe vitale e fibra di frumento in grado di donare alla pizza un sapore e una aroma senza eguali.
“Una farina – sottolinea Andrea Ottolina, amministratore delegato di Molino Colombo – che vanta caratteristiche sensoriali, nutrizionali e salutistiche uniche, concepita per ritrovare i sapori di un tempo coniugandoli con i moderni dettami di una sana alimentazione. Abbiamo utilizzato una farina tipo 1 di estrazione presa solo su alcuni passaggi di macinazione, quelli più ricchi di proteine nobili. Abbiamo quindi integrato nella farina della fibra di frumento aumentandone così il contenuto di sali minerali, fosfati di magnesio, ferro, potassio e di vitamina B ed E elevando le caratteristiche nutrizionali e salutistiche”.

Aroma intenso
Ma ciò che caratterizza questo tipo di farina è il germe “vitale” di frumento che grazie a un processo di produzione innovativo mantiene inalterate le sue caratteristiche nutrizionali esaltando il profumo e l’aroma della pizza. “Questo processo inoltre – aggiunge Ottolina – ci permette di avere un’influenza diretta sulle caratteristiche reologiche dell’impasto, che si distingue per una grande elasticità e lavorabilità, aspetto di fondamentale importanza per il pizzaiolo”. Molino Colombo è una moderna e dinamica realtà industriale che sviluppa su quattro fronti la strategia operativa: una selezione accurata delle materie prime, che rappresentano il primo passo per conferire alla farina quel carattere di unicità, un particolare ciclo produttivo, un’intensa attività di ricerca e sviluppo e l’aggiornamento professionale. “Il nostro diagramma di produzione – tiene a precisare Andrea Ottolina – è unico per la sua lunghezza, aspetto che ci consente di macinare dolcemente il grano e di preservarne le qualità reologiche, cosa che generalmente non avviene. Attraverso una normale macinazione intensiva si stressa il grano al fine di ottenere costi di produzione più bassi, a discapito però della qualità della farina e dell’aroma e del sapore della pizza”.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register