Protagonista assoluto

protagonista

Un mese di giugno da protagonista per Molino Dallagiovanna. Iniziamo da un record che ha fatto il giro del mondo. Il 20 giugno 1.700 chilogrammi di Farine Speciali Dallagiovanna, con 1.500 di pomodoro, 1.700 di mozzarella, 150 di olio extra vergine di oliva e 30 di lievito hanno dato vita alla pizza più lunga del mondo: 1595,45 metri lungo il Decumano di Expo Milano. La pizza chilometrica ha guadagnato il primato riportando il Guinness World Record in Italia dalla Spagna, che lo deteneva con una pizza lunga “solo” 1141,5 metri. Per questo evento i pizzaioli Nip che hanno di fatto dato vita alla pizza di Expo hanno utilizzato una miscela speciale creata su misura dal Molino: non un’irripetibile magia da grande evento, ma un impegno concreto nel cercare e progettare la farina perfetta per le specificità di ogni azienda produttrice. Proseguono così a pieno regime le sponsorizzazioni deccellenza Dallagiovanna, dopo la splendida vittoria della squadra italiana ai Mondiali di pasticceria di gennaio 2015 con le dolcissime.

Spirito partenopeo

Un giugno alla grande, dicevamo. Tre giorni prima del record di Expo, presso la Pizzeria Del Pino di Cercola (Na), Pierluigi Dallagiovanna, uno dei titolari del Molino di Piacenza, è stato protagonista della serata dal titolo “180…e non sentirli” per presentare la nuova nata in azienda, una farina dal nome spiccatamente partenopeo: laNapoletana. Nata dalla collaborazione tra i due tecnici del Molino Mattia Masala e Alberto Campagnolo e il Maestro pizzajuolo Eduardo Ore, laNapoletana (certificata dall’Associazione Vera Pizza Napoletana) con le sue caratteristiche tende ad assecondare ed esaltare i tipici processi produttivi della pizza Napoletana. Durante la serata, organizzata e moderata dalla giornalista Laura Gambacorta, Pierluigi Dallagiovanna ha inoltre raccontato, attraverso aneddoti e dettagli tecnici, i quasi due secoli di vita dell’azienda piacentina, nata nel 1832, illustrando la variegata linea di farine del Molino che spazia dalla pasticceria alla panificazione. Per l’occasione, i Maestri pizzajuoli Eduardo Ore e Antonio Fusco, pizzajuolo di riferimento della struttura, hanno realizzato quattro pizze create con ingredienti tipici della zona, due delle quali con lievito naturale ottenuto con una coltura starter da uva Catalanesca del Vesuvio, che, grazie alle sue caratteristiche derivanti dalla sua carica acida e zuccherina, ha dato ottimi risultati sia in fase di lievitazione che sul risultato finale. Non poteva mancare una dolce chiusura, resa ancora più efficace dalla professionalità, di Francesco Boccia, pasticcere vincitore della Coppa del Mondo di Pasticceria 2015 a Lione col Team italiano, che ha deliziato i palati con la torta dedicata al Molino Dallagiovanna e con due dessert al piatto.

 

Pierluigi Dallagiovanna presenta laNapoletana

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register