Doppio centro!

Molino Spadoni ha chiuso il 2012 con due operazioni di grande rilievo in chiave di sviluppo futuro e in vista del 90° anniversario della sua fondazione: l’inaugurazione delle nuove linee produttive nello stabilimento di Coccolia (Ra) e quella di “Casa Spadoni”, il nuovissimo spaccio aziendale delle aziende del Gruppo. Due operazioni diverse, ma legate tra loro da un filo molto solido: la volontà di investire, a dispetto della difficile congiuntura economica, sullo sviluppo di un Gruppo che in questi anni si è imposto come una grande realtà industriale nel mercato alimentare. In effetti, se la Molino Spadoni SpA, capofila del Gruppo, conferma  la sua leadership in grande distribuzione nel mercato delle farine speciali e dei mix – con una quota a volume in Italia del 50,6% (dati Iri Infoscan, settembre 2012) – e ha chiuso il 2012 con oltre 50 milioni di euro, sviluppati per il 54% nel canale retail, anche le altre aziende hanno contribuito a consolidare il Gruppo ravennate, diversificandone il business: da Molino del Savio (il primo molino 100% biologico in Italia) a Officine Gastronomiche Spadoni (carni e salumi di mora romagnola e formaggi di Romagna), da Isa (stoccaggio cereali) a Leila (pasta dietetica senza glutine), da Mastri Cioccolatieri Spadoni (cioccolato) a Keir (prodotti da forno biologici e alimenti dietetici, in produzione da gennaio 2013).

 

Il cuore pulsante

Molino Spadoni deve il proprio successo sui mercati anche alla scelta di investire costantemente in innovazione tecnologica e capacità produttiva. Lo stabilimento di Coccolia, completamente automatizzato e attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno, è il cuore pulsante dell’azienda. Le nuove linee hanno consentito un formidabile aumento – pari al 90% – della capacità di macinazione, portandola a 6.000 quintali di farina al giorno. La capacità di confezionamento delle farine è di circa 7.000 quintali al giorno per i formati retail destinati agli scaffali della Gdo e di 4.000 quintali al giorno per i formati professionali (25/30 kg). La capacità di confezionamento mix dello stabilimento di San Zaccaria è invece pari a circa 4.700 quintali quotidiani. “Casa Spadoni – spaccio gastronomico” è lo store situato proprio accanto allo stabilimento di Coccolia e rappresenta il primo di una serie di punti vendita che vedranno la luce nei prossimi mesi e nei prossimi anni. Il nuovo concept store vanta una straordinaria ampiezza e profondità d’assortimento: oltre 400 referenze che rappresentano gran parte dei prodotti delle aziende del Gruppo. La denominazione “spaccio gastronomico”, richiama idealmente il luogo dove si possono acquistare alla fonte molti prodotti (alcuni dei quali difficili da trovare nei normali punti vendita), con un occhio di riguardo alla convenienza e alla freschezza. Il punto vendita, che si sviluppa su una superficie di circa 80 mq (ma è già in programma un ampliamento), propone oltre cento tipologie di farine e preparati tra cui “i Pronti a Freddo”, l’ultima novità di Molino Spadoni: preparati per creme, mousse e gelati, pronti in pochi minuti senza cottura.

 

Investimenti e sviluppo

Nel 2010 Molino Spadoni ha varato un piano triennale di investimenti per oltre 6,1 milioni di euro al fine di sviluppare le linee di macinazione e confezionamento. Altri 5 milioni di euro sono stati destinati alla realizzazione a Villa Selva di uno stabilimento – in fase di costruzione – che verrà destinato alla produzione di prodotti senza glutine, in particolare pasta e prodotti da forno, a dimostrazione della forte sensibilità dell’azienda a soddisfare nuove esigenze di consumo, dovute anche all’aumentare dei casi di intolleranze alimentari. Complessivamente, si tratta quindi di oltre 11 milioni di euro: un chiaro segnale di fiducia nelle potenzialità del mercato.

 

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register