Elogio della lentezza

A Benevento la famiglia Rummo fa pasta da sei generazioni. E la fa bene perché ci mette attenzione e cura. Dalla selezione iniziale del grano al packaging finale, il motto è sempre lo stesso: lenta lavorazione. Antonio Rummo, strategic planner della società, ha voluto portare questa filosofia a Milano, città caotica e dove tutto si fa di fretta. E ha funzionato. Nel candido spazio di “God Save the Food”, luogo di ristoro e catering per milanesi in corsa, si è svolto uno show che ha elogiato il ritmo lento della cottura, i suoni della cucina, la poesia della lentezza. Un particolarissimo team di chef, i Chuochivolanti, teatranti e artisti che sanno unire il cibo allo spettacolo, ha presentato alcune ricette con una particolare dedizione al tempo. La collaborazione di un sound designer geniale ha dato loro modo di incantare il pubblico con alchimie sonore di cucina facendo “parlare” il cibo attraverso i tanti suoni che si producono cucinando. Con un microfono vicinissimo al tavolo di lavoro è stato possibile ascoltare il fruscio delle erbe aromatiche, il coltello che affetta, l’acqua in ebollizione, lo sfrigolio del soffritto e così di sonorità in sonorità a tema. Le ricette sono state lentamente raccontate da una voce fuori campo anziché frettolosamente spiegate in fase di esecuzione.

 

Tradizione e artigianalità

In questo contesto Antonio Rummo ha presentato il nuovo packaging creato per Pasta Rummo – Lenta Lavorazione. “Sebbene il prodotto sia sempre lo stesso – ha spiegato – abbiamo voluto valorizzarne il confezionamento, avvalendoci anche di esperti calligrafi e illustratori di prestigio, per trasmettere appieno il valore di tradizione e artigianalità. La pasta Rummo è frutto di un’accurata selezione dei grani con il maggior numero di proteine al mondo (14,5%), di lavorazione e trafilatura artigianali e di una lenta essiccazione. E anche il confezionamento è lento per non traumatizzare i formati più pregiati e delicati”. Nel territorio campano, quello che più si addice alla lavorazione del grano, dal 1846 il pastificio Rummo produce l’unica pasta che oggi vanta la certificazione di prodotto “Bureau Veritas” per la tenuta alla cottura e la qualità delle semole di grano duro utilizzare. “La nostra pasta possiede ben sette certificazioni – ha sottolineato Rummo – e non rilascia amido nell’acqua di cottura. Per questo è l’unica approvata dalla Federazione Italiana Cuochi”. Il segreto di questo eccezionale successo sta certamente nell’equilibrio fra tradizione e innovazione: seguire le tecnologie moderne senza perdere di vista il valore delle usanze e, ovviamente, senza dimenticare quale deve essere il risultato finale ha fatto della Pasta Rummo Lenta Lavorazione, una pasta dal sapore unico e particolare, che si è meritata a pieni voti ogni singola certificazione.

 

Showcooking e degustazioni

La Pasta Rummo Lenta Lavorazione è stata protagonista dal 17 al 20 maggio alla terza edizione del  “Taste of Milano” (fiera di alta cucina), tra le mani esperte dei migliori chef nazionali, con un intenso programma di degustazioni. La pasta di Benevento è stata anche protagonista di uno showcooking. L’incontro ha sviluppato il tema “Tradizione  e ricerca” in relazione alla pasta nel terzo millennio. Come realizzare un prodotto ‘antico’ come la pasta mantenendo alti gli standard qualitativi e permettendo alla tradizione (produttiva, culinaria, ecc…) di sposare la modernità.

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register