Pizzaiuoli a New York

New York

Con l’appuntamento di New York di fine gennaio per la prima volta la Caputo Cup è sbarcata in America. Dopo il tour itinerante, che ha portato lo scorso anno questo importante evento internazionale in Paesi come Israele, Portogallo, Emirati Arabi Uniti, Taiwan, Russia, Olanda, Australia e Giappone, la gara della Grande Mela ha segnato il primo appuntamento di quest’anno del grande evento mondiale rappresentato da questa kermesse. “Il nostro obiettivo – ha dichiarato Antimo Caputo, ad di Molino Caputo – è quello di riportare in America, così come fecero i pionieri napoletani della pizza, la stessa tipologia di farina, sapori e profumi di oltre cento anni fa, frutto di ricerca dei tecnici del nostro Mulino, per far ricreare e produrre, con prodotti campani, la pizza secondo la ricetta della tradizione.” Per la cronaca, nel 1905 Gennaro Lombardi, emigrante campano, ha aperto la prima pizzeria di New York.  Con il Pizzaiuolo Championship, nell’ambito della Caputo Cup 2015, si è svolta oltre  alla tappa dedicata alla categoria classica Napoletana Stg (si è imposto Gazmir Zeneli), la New York Style (vincitore Nino Coniglio). La Caputo Cup, raccogliendo di nazione in nazione i vincitori, li invita poi in settembre, sul lungomare di Napoli, in occasione della tappa finale, quando viene conferito il titolo di Campione del mondo. Quest’anno sarà designato il vincitore del XIV Trofeo Caputo.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register