Incontriamoci In Cucina

Cornice suggestiva, aziende selezionate con cura, scelta del periodo mirata, organizzazione puntuale e disponibile, programma intenso e ad alto contenuto di servizio. Con questi ingredienti si realizza un evento di successo, una manifestazione che diventi, nel tempo, appuntamento irrinunciabile per i professionisti di un settore. E con queste caratteristiche si è sviluppato, nel mercato food&beverage, “Incontriamoci In Cucina”, evento di grande richiamo organizzato da Cattel Catering, rivenditore che in Veneto e Friuli Venezia Giulia rappresenta un punto di riferimento per ristoranti, pizzerie, bar, alberghi, villaggi turistici. Quello di organizzare eventi su misura per gli addetti ai lavori è diventato oggi quasi un cult: molte sono le aziende che scelgono infatti queste kermesse per mostrare e mostrarsi. Ma sono i contenuti previsti dagli organizzatori a fare la differenza. E  “Incontriamoci In Cucina”, marchio coperto da tutela a livello europeo, è certamente un evento ad alto tasso di contenuti professionali. “La prima edizione l’abbiamo organizzata a Udine nel 2008 – racconta Gianfranco Cattel, titolare dell’omonima azienda con sede a Jesolo (VE) – e lo scopo è da sempre quello di fornire una linea diretta tra produttore e professionista del settore in modo da far conoscere il meglio del mercato agli addetti ai lavori”. E, non a caso, lo slogan della manifestazione richiama proprio questo concetto: “tre giornate per scoprire, conoscere e gustare i migliori prodotti food & beverage”.

 

Ampliare le conoscenze

La IV° edizione di “Incontriamoci In Cucina”, che ha richiamato di recente oltre 700 professionisti, aveva innanzitutto una cornice suggestiva: gli organizzatori, infatti hanno scelto Villa Guillon-Magilli, una delle sedi di Antiche Cantine Amistani situata a Pederiva di Montebelluna, provincia di Treviso (l’altra sede, villa Calvi-Caragiani, dista pochi chilometri). Proprio nelle cantine dal caratteristico soffitto in legno, 50 aziende hanno dato visibilità a oltre 150 “chicche” di loro produzione, mentre al piano superiore era disponibile una grande sala con mega schermo per gli incontri professionali di aggiornamento e di presentazione dei prodotti. In questo scenario, non poteva mancare Agugiaro&Figna Molini con uno spazio nel quale era esposta in bella mostra la linea completa prodotta dal celebre molino di Curtarolo (PD): dalla tipo OO a quella specifica per pizza in teglia, dalla 5 Stagioni per pizza napoletana a Spolverizza, dalla Gluten and milk free alla tipo 1, dalla Naturkraft alla Non solo grano. Insomma, “Incontriamoci In Cucina” è stata un’altra ghiotta occasione per i professionisti di ampliare le conoscenze del mercato e portare a casa nuove idee per sviluppare la meglio la propria attività.

 


Incontri professionali

Nella sala al primo piano della villa Guillon-Mangilli si sono svolti utilissimi incontri tra produttori e addetti ai lavori. Tra questi la presentazione di formaggi dell’azienda casearia Toniolo, le attività del Team Veneto Chef di cui Cattel è sponsor ufficiale, la presentazione del libro “Vasocottura” dello chef Mometti (di cui abbiamo recentemente scritto anche su Pizza&Food), e gli abbinamenti di formaggi e salse a cura del Team Veneto Chef. Anche la pizza è stata protagonista con una ricca e documentata presentazione effettuata da Nicola Demo, technical chef di Agugiaro&Figna Molini, su impasti cotture a astuzie per produrre una pizza di qualità. Tra gli altri appuntamenti da segnalare la presentazione di funghi e carciofi dell’azienda Demetra oltre a quella del cioccolato della ditta Barry Callebaut. Non ultimo, è stata anche presentata la nuova maglia della Bocciofila Monastier, della quale cattel è sponsor.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register