La Pinsa e il suo forno

Maurizio Capodicasa nel corner
Rinaldi-Di Marco a Rimini

Di ritorno da Rimini, dopo l’ottima, recente edizione di Sigep, arriva il momento di riflettere su ciò che sta succedendo nel settore dedicato alla pizza. Date per scontate le difficoltà strutturali che incontra ogni genere di attività operativa in Italia (oltre alla crisi economica sembra quasi che si viva in un Paese che funziona al contrario rispetto alla più elementare politica di sviluppo), qualcosa però sta cambiando. E in questo settore sembra che la voglia di fare, e bene, stia ridando vitalità e segnali positivi a tutto il comparto.

 

Inversione di tendenza

Le indicazioni ottenute dai cinque giorni di Sigep sono quindi molto positive: da molto tempo non si vedeva una presenza così elevata di visitatori durante tutti i giorni della manifestazione e in particolare si è notata e “respirata” una competenza sempre maggiore, oltre a una spiccata voglia di ricominciare. Notevole è stato l’interesse manifestato dagli operatori che hanno affollato la zona laboratorio realizzata in co-marketing da Rinaldi Superforni e Di Marco Produzioni Alimentari e gestita dai maestri Maurizio Capodicasa e Antonio Scalioti. Nel corner Rinaldi-Di Marco i due chef pizzaioli hanno realizzato moltissimi tipi di Pinsa, dalle classiche all’innovativa Pinsa Gourmet.

 

Un nuovo forno modulare

Il 2013 è quindi iniziato all’insegna di determinazione e dinamismo per Rinaldi Superforni e Di Marco Produzioni Alimentari. Un impegno che si traduce in interessanti novità per il settore pizzeria. Rinaldi Superforni sta infatti ultimando il prototipo del nuovo forno modulare realizzato facendo convergere le esperienze di molti “maestri” del settore. Non resta quindi che  attendere le novità firmate Rinaldi, il Superforno per amico.

 

Sinergie vincenti

E’ un connubio perfetto, quello tra Rinaldi Superforni e Di Marco Produzioni Alimentari. Solo un forno sofisticato e tecnicamente all’avanguardia come quello di Rinaldi può esaltare gli aromi, la fragranza e la digeribilità della Pinsa Romana di Di Marco in tutte le sue declinazioni. Perchè, è ovvio, un impasto superiore non può che sposarsi idealmente con un forno con le stesse caratteristiche. E’ un matrimonio che funziona, quindi, quello tra Di Marco e Rinaldi, e non c’è crisi… Anzi, ghiotte novità sono all’orizzonte.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register