Il cereale del futuro

article

Definito “il cereale del futuro”, del Tritordeum non si parlerebbe mai abbastanza. Si tratta di una cultivar totalmente innovativa e allo stesso tempo 100% naturale, ricca di benefici nutrizionali e ambientali. È un’esclusiva Molino Dallagiovanna che lo utilizza per realizzare la farina Uniqua Verde. Ma vediamo in particolare di conoscere il Tritordeum nei dettagli.

Cos’è il Tritordeum?

È un incrocio naturale fra un grano duro (Triticum durum) e un tipo di orzo selvatico (Hordeum chilense), ottenuto secondo metodi e tecnologie tradizionali in 30 anni di studi e coltivato in filiera controllata, secondo un rigido disciplinare.

In che modo è ecologicamente benefico?

Il Tritordeum è un cereale molto robusto, che necessita di un minor quantitativo di fertilizzanti rispetto al grano ed è molto resistente a siccità e malattie parassitarie dei cereali comuni.

In che modo è benefico per l’alimentazione umana?

È naturalmente a basso contenuto di glutine (tra l’altro ad alta digeribilità, secondo i test del Codex Alimentarius), ma vanta livelli di fibra dietetica più elevati del grano e un contenuto dieci volte maggiore in luteina.

Come posso lavorarlo?

Il Tritordeum ha una lavorabilità e una duttilità ottime, che lo pongono sul podio dei cereali d’eccellenza, per tutta l’Arte Bianca, dal pane alla pasta, dai dolci a pizze e focacce. Per tutte queste caratteristiche ha ricevuto un premio alla ricerca e all’innovazione dall’Accademia dei Maestri Pasticcieri Italiani, durante il XXII Simposio Ampi lo scorso ottobre 2015.

Dove posso assaggiarlo?

Al prossimo Sigep, nello stand Molino Dallagiovanna, dove i Maestri del Gusto daranno dimostrazioni continue delle Farine Speciali e di Uniqua Dallagiovanna.

La Ricetta

Il 2016 sarà l’anno dedicato ad Uniqua Verde. In questa pagina diamo una piccola anticipazione con una gustosa ricetta realizzata dal Maestro Mattia Masala, tecnico commerciale di Molino Dallagiovanna.

Pizza croccante al Tritordeum

Ingredienti: 1.000 g farina Uniqua Verde –Tritordeum Molino Dallagiovanna, 600 g  acqua, 25 g sale, 30 g olio extra vergine di oliva, 25  g lievito fresco.

Procedimento: disponete su una spianatoia la farina a fontana, aggiungete l’olio, il sale e l’acqua, iniziate a lavorare gli ingredienti, quindi aggiungete per ultimo il lievito sciolto in precedenza in acqua. Continuate a lavorare il composto per circa 10 minuti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciatelo lievitare a temperatura ambiente per un’ora e mezza in una terrina coperto da un canovaccio. Dividete l’impasto in porzioni da 250 g per teglie dal diametro di 30 cm precedentemente unte con olio. Disponete quindi sulla base la passata di pomodoro, precedentemente condita, e il condimento preferito. A metà cottura aggiungete la mozzarella. Cottura a 250 °C per circa 13/15 minuti.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register