PizzaUp in anteprima

quaglia

L’Anteprima di PizzaUp si è tenuta il 12 giugno per il terzo anno in Campania. Un atteso prologo di un evento che da otto anni, grazie all’Università della Pizza di Vighizzolo d’Este (Pd), riunisce pizzaioli da tutta Italia. PizzaUp è infatti l’unico Simposio tecnico sulla pizza italiana, un fondamentale momento di confronto e di crescita per quanti portano avanti questa professione non solo come lavoro, ma come un vero e proprio stile di vita. Federica Racinelli, esperta di panificazione e lievitazione, gli chef pizzaioli Gianfranco Iervolino e Ciro Salvo, con la partecipazione del giornalista Luciano Pignataro, hanno animato a Maddaloni (Ce) un dibattito sul rapporto tra pizza italiana e dieta mediterranea, dove la pizza, nelle sue versioni più semplici e popolari, è stata considerata nella duplice veste di alimento che esaurisce uno dei pasti principali della giornata e, nello stesso tempo, piatto che può valorizzare gli ingredienti nobili della cucina italiana, se preparata da chi sa sceglierli e lavorarli correttamente.

 

Ingredienti sotto la lente

A distanza di sette anni dall’avvio del progetto Università della Pizza, del quale il simposio annuale PizzaUp rappresenta ogni anno il momento di sintesi (l’edizione 2014 sarà a Vighizzolo d’Este nella sede di Università della Pizza dal 3 al 5 novembre), la professionalità dei pizzaioli che seguono la strada dello studio e della conoscenza degli ingredienti e delle tecniche è riconosciuta e apprezzata da un pubblico sempre crescente. Ma cosa lega pizza italiana e dieta mediterranea? La Nuova Piramide Alimentare (in versione italiana) cataloga gli ingredienti della dieta mediterranea sulla base della frequenza di consumo e, nel consumo giornaliero, sono presenti tutti gli ingredienti più comunemente usati nelle diverse forme di pizza italiana. Eppure la grande diffusione della pizza negli ultimi decenni ha aperto la porta a ingredienti “generici” accomunati dal nome ma non dal contenuto nutrizionale. Così per le farine e per le tecniche di lievitazione. I cereali utili per una corretta dieta mediterranea devono essere presenti totalmente nel piatto, perché privarli delle parti esterne equivale a sottrarre preziosi apporti di fibre, vitamine e sali minerali dalla base della nostra alimentazione. In termini nutrizionali significa impoverire il 60% della nostra fonte di energia giornaliera assunta attraverso l’alimentazione. In termini di percezione sensoriale significa invece togliere gusto all’energia e far dimenticare che il cibo, oltre ad essere un carburante per il nostro corpo, è un piacere che nasce dalla giusta cultura alimentare.

 

 

Il paniere gourmet

L’Anteprima di PizzaUp si è tenuta nella scuola di cucina Dolce e Salato a Maddaloni (Ce) con la collaborazione di G.M.A. Import specialità di Pompei, distributore partner di Petra e Molino Quaglia che ha lanciato il progetto della pizza “gourmet” con un paniere di ingredienti eccellenti del territorio e tecniche di lavorazione in grado di conservarne le caratteristiche di gusto e nutrizionali.

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register